Category archive

Bacheca - page 5

http://www.livestream.com/symmachiawebtv/share

Chiarezza sui conti del Comune, la Maggioranza non si presenta in Consiglio comunale

in Bacheca/News di

Sarebbe stata l’occasione per fare, finalmente, chiarezza sui conti del Comune di Adrano, dopo i rilievi e le criticità segnalate dalla Corte dei Conti. Ma la Maggioranza che sostiene il sindaco Pippo Ferrante, ieri sera, non si è presentata in Consiglio Comunale.

In blocco, la Maggioranza consiliare ha scelto di non entrare, disertando i lavori dell’Aula che sono stati inevitabilmente rinviati a questa sera.

Assente anche l’intera Amministrazione Comunale con in testa il Sindaco che mantiene la delega al Bilancio.

Rimangono nove i punti da trattare la proposta per “l’istituzione della Commissione di controllo e di garanzia, ai sensi dell’art. 24 dello Statuto Comunale, per accertamenti criticità indicate dalla Corte dei Conti, Sez. Controllo, delibera n. 158/2014”, proposte di debito fuori bilancio, il Piano delle alienazioni e della valorizzazioni immobiliari per il triennio 2014-2016, il Piano triennale delle Opere pubbliche, Piano di azioni per l’energia sostenibile (Paes).

 

Ecco l’Aula come si è presentata ieri sera

10432549_10203206319420164_4036643881567242622_n
Fonte: foto tratta da Facebook di G. Ricca

Verga, rappresentanti degli studenti tutti di “Liberi di scegliere”. Deludente “Giovani in azione”

in Bacheca di

Sono Vincenzo Petronio, Emanuele Scandura, Erica Cantarella e Alice Soffia i nuovi rappresentanti degli studenti del Liceo Ginnasio Statale “Giovanni Verga” di Adrano che riunisce le sezioni Classica, Scientifica e Linguistica, con oltre un migliaio di studenti.

Quella appena conclusa è stata una campagna elettorale studentesca appassionata e combattuta fino all’ultimo, tra le due liste presentate: “Liberi di scegliere” e “Giovani in azione”. Alla fine non c’è stata storia: un plebiscito per la lista “Liberi di scegliere” che ha conquistato i quattro seggi disponibili. Dall’altra parte, un clamoroso flop: è deludente il risultato raggiunto dalla lista “Giovani in azione”, rappresentativa dell’omonima aggregazione politico-culturale di Biancavilla.

I neo-rappresentanti hanno riportato un largo consenso: Vincenzo Petronio 539 voti, Emanuele Scandura 281 voti, Erica Cantarella 241 voti, Alice Soffia 192 voti.

Adesso, dovranno confrontarsi con il dirigente scolastico Enzo Spinella e far valere le loro proposte all’interno del Consiglio d’Istituto e, soprattutto, cercare l’unità fra tutti gli studenti.

Ai Rappresentanti eletti gli auguri sinceri da parte dell’Associazione Culturale Symmachia.

Anziano investito, si è presentato ai Carabinieri il giovane motociclista

in Bacheca/News di

Ha scelto di presentarsi presso la stazione dei Carabinieri di Adrano, il giovane motociclista che, domenica scorsa, intorno le 19 ha investito un anziano di Adrano lungo Corso Garibaldi, nei pressi di piazza Giacomo Maggio meglio nota agli adraniti come “piazza Dell’Erba”.

Si tratta di un 25enne di Adrano che, dopo aver investito l’anziano, non si è dato alla fuga, senza fermarsi per prestare soccorso all’uomo rimasto a terra in una pozza di sangue. In particolare, subito dopo l’impatto il giovane motociclista avrebbe perso il controllo del mezzo e pare che sia caduto anche lui, mentre la sua moto urtava alcune auto in sosta.

La svolta sull’episodio che ha generato una crescente indignazione, soprattutto sul web, si è avuta ieri, quando il giovane motociclista di Adrano ha scelto saggiamente di dire tutto ai Carabinieri, accompagnato dal suo avvocato. Non si sarebbe fermato perché in preda al panico: per lui è comunque scattata una inevitabile denuncia a piede libero per omissione di soccorso e fuga.

Per l’anziano ferito si era subito temuto il peggio, ma, oggi, le sue condizioni sono in miglioramento: per lui trenta giorni di prognosi. Era stata una nipote su Facebook a rassicurare tutti gli utenti che avevano divulgato la notizia dell’incidente stradale, parlando di problemi al setto nasale e a tanta paura.

foto: La Gazzetta Catanese

Occhio alle truffe: in giro presunti operatori di aziende di energia elettrica. Falsi medici dell’Asp derubano anziana di Biancavilla

in Bacheca/News di

Il tam-tam è scattato da diverse settimane ormai, ma a Biancavilla si va avanti con facili truffe: dai presunti “sconti” in bolletta dell’energia elettrica fino a fantomatiche prestazioni sanitarie dell’Azienda sanitaria provinciale.

Ad essere facili prede da individui senza scrupoli sono gli anziani, ma non solo. E’ infatti facile incorrere in errore quando vengono in tirati in ballo presunti “sconti” e “risparmi” in bollette. Così, da settimane, girerebbero indisturbati fantomatici operatori di aziende dell’energia elettrica, alcuni si sarebbero presentati come addetti dell’Enel che, però, non invia in strada, porta a porta, alcun suo dipendente per svolgere simili mansioni. Altri, invece, si presentano, con tanto di tesserino di riconoscimento al collo, per conto di un’altra ditta. Tutti si presentano in modo assolutamente gentile e per certi aspetti convincente. Ciò che viene proposto è il taglio di una tariffa per applicarne una nuova che verrebbe presentata come l’offerta più vantaggiosa. Un modo diretto per spillare dei soldi.

L’ultimo caso si sarebbe registrato appena pochi giorni fa a Biancavilla, lungo viale Dei Fiori, quando un giovane operatore si sarebbe presentato al citofono di un’abitazione della centralissima e trafficata arteria chiedendo, con una certa insistenza, di visionare l’ultima fattura dell’Enel per operare il taglio di una fascia e applicarne un’altra. Una procedura poco chiara e con nessun documento alla mano. Ciò ha fatto insospettire i componenti della famiglia che non hanno presentato alcuna bolletta e hanno invitato il presunto “addetto” ad andare via.

Un altro caso è quello di falsi medici incaricati dall’Asp di Catania che bussano alle abitazioni per controllare le medicine. Anche qui è molto semplice per gli anziani cadere nelle trappole. A Biancavilla, un’anziana di 84 anni sarebbe stata presa di mira da due truffatori che avrebbero dovuto visionare le prescrizioni del medico di famiglia. In realtà, a parlare con la signora sarebbe stato soltanto uno, mentre il “compare” ispezionava le stanze della casa racimolando 400 euro in contanti e alcuni oggetti in oro.

Symmachia ospite di Radio Flash: ospedale, rifiuti, contrada Capici e situazione politica

in Bacheca/News di

Questa mattina il direttore di Radio Flash, Enzo Sangrigoli, ha voluto invitare gli esponenti dell’Associazione Culturale Symmachia per fare un breve resonconto delle numerose attività che la realtà associativa di Adrano e Biancavilla sta portando avanti in questo periodo.

Prima su tutte le battaglie a difesa dell’Ospedale “Maria SS. Addolorata” di Biancavilla: Symmachia, già nei mesi scorsi, ha presentato alcune proposte, fra cui il necessario sblocco dei lavori che è avvenuto, in modo ufficiale, il 1° settembre, nel corso dell’incontro tra il commissario dell’Asp di Catania Rosalia Murè e il sindaco Pippo Glorioso.

“Questa è la vittoria di tutti – ha spiegato Vincenzo Ventura, direttore di Symmachia, – continueremo a vigilare e proporremo il potenziamento dell’Ospedale che passa attraverso la creazione di ambulatori per la diagnosi dei tumori alla pleura, visto il problema della fluoroedenite, e la realizzazione della pista dell’elisoccorso”.

Ai microfoni di Radio Flash, Ventura ha fatto un breve passaggio in merito alle interrogazioni presentate ieri dal consigliere comunale Carmelo Salanitro, di concerto con il consigliere comunale Pietro Franco, entrambi di Symmachia. Spicca sicuramente l’interrogazione sui rilievi mossi da Salanitro al nuovo bando elaborato dagli Uffici comunali per la gestione del servizio rifiuti.

Poi è stata la presidente Angela Anzalone ad annunciare la battaglia per la riqualificazione di contrada Capici: poche ore prima dell’intervista radiofinica, una nutrita delegazione dell’Associazione Symmachia e dei residenti del quartiere hanno realizzato un incontro in cui sono stati illustrati alla stampa gli esposti alla Procura della Repubblica, ai Carabinieri, alla Polizia, al Presidente della Commissione Europea Ambiente e all’Agenzia Europea Ambiente proprio sul degrado di contrada Capici, con i cumuli di immondizia in ogni angolo del quartiere, a pochi metri dal mercato ortofrutticolo e di ben due istituti scolastici.

Da parte nostra, ringraziamo Radio Flash e il direttore Enzo Sangrigoli per il servizio che offrono alla comunità e per questa occasione di informare direttamente i cittadini su ciò che si sta facendo. 

Nelle foto, alcuni momenti dell’intervista radiofonica. 

Ospedale di Biancavilla: “entro settembre ripartono i lavori: a febbraio l’inaugurazione”
IL COMMENTO DI SYMMACHIA

in Bacheca/News di

Saranno avviati entro venti giorni i lavori di completamento del nuovo padiglione dell’Ospedale “Maria SS. Addolorata” di Biancavilla. Poi, bisognerà attendere circa 45 giorni lavorativi e, infine, bisognerà effettuare i rilievi tecnici per il collaudo. Rispettando questi tempi, la struttura sarà attiva a febbraio 2015.

Ad illustrare questo “crono-programma” è stato il commissario dell’Asp di Catania Rosaria Murè che, questa mattina, al Palazzo comunale, ha incontrato il sindaco Giuseppe Glorioso con cui, ormai da settimane, ha instaurato un serrato confronto per delineare il futuro del nosocomio biancavillese. Con la commissaria Murè, anche il capo di gabinetto dell’assessore regionale alla Sanità Lucia Borsellino, Michele Digiacomo.

Sempre in mattinata, è stato poi effettuato un sopralluogo all’Ospedale, sia fra i reparti attualmente operativi, sia nel cantiere, i cui lavori sono fermi a causa di lungaggini burocratiche, nel passaggio fra la vecchia ditta Ati group di Bagheria, confiscata alla mafia, e l’Agenzia nazionale dei beni confiscati.

A prendere in mano la situazione, a poche settimane dall’insediamento, è stata proprio la commissaria Murè, coadiuvata dal direttore sanitario Francesco Luca e dal direttore amministrativo Maria Maugeri, entrambi presenti questa mattina a Biancavilla.

I lavori che saranno sbloccati riguarderanno diverse rifiniture, la rimozione dei cumuli di materiali di risulta nelle aree destinate a parcheggi e al giardino interno, la collocazione degli arredi e delle nuove attrezzature. A tal proposito, è stata bandita una gara di 6 milioni di euro per l’acquisto di materiale e macchinari necessari alla struttura.

Fra i reparti che verranno attivati vi sarà la Rianimazione, mentre è confermato il punto di nascite, oltre agli altri importanti reparti già presenti.

La parola d’ordine rimane comunque “Ospedale riuniti”, in sintonia con quanto elaborato già da tempo dall’Asp, sotto la guida del biancavillese Giuseppe Calaciura, e da ormai qualche anno dalla Commissione regionale Sanità, presieduta dal deputato Pippo Di Giacomo. Per questo, subito dopo i lavori di Biancavilla, si procederà agli interventi presso la struttura di Bronte e poi a Paternò.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Glorioso. “I risultati raggiunti oggi premiano gli sforzi e il lavoro portato avanti da noi in questi mesi – sottolinea Glorioso – continueremo a lavorare perché, oltre alle strutture adeguate, bisognerà puntare molto a valorizzare le tante professionalità e risorse umane, con un potenziamento concreto di servizi e di prestazioni sanitarie. Sono grato alla dott.ssa Murè perché ha preso a cuore le sorti della sanità nel nostro territorio”.

Fra gli altri, sono intervenuti il deputato nazionale Luisa Albanella, i deputati regionali Nino D’Asero e Concetta Raia, oltre a consiglieri e assessori comunali.

IL COMMENTO DI SYMMACHIA

“Bene lo sblocco dei lavori, adesso maggiori servizi, ambulatori per tumori e pista elisoccorso”

Sulla notizia dell’imminente sblocco dei lavori dell’Ospedale di Biancavilla, esprime soddisfazione l’Associazione Culturale Symmachia che, nei mesi scorsi, aveva chiesto di far ripartire i lavori di completamento della struttura, ponendo l’attenzione sul futuro del nosocomio biancavillese, con incontri pubblici e volantinaggi nelle piazze di Adrano e Biancavilla.

“Questa è la vittoria di un intero territorio – dicono Vincenzo Ventura e Chiara Carrà di Symmachia – di fatto, sono state accolte diverse nostre proposte, condivise con i cittadini: dal nuovo reparto di Rianimazione al mantenimento del punto nascite”.

Per Symmachia, la ripresa dei lavori consentirà di avere una struttura ospedaliera all’altezza con macchinari moderni e adeguati.

“Adesso, bisogna tenere viva l’attenzione sull’Ospedale e impegnarsi per il potenziamento dei servizi sanitari – sottolineano Ventura e Carrà – noi continueremo a chiedere con forza la realizzazione della pista per l’elisoccorso, l’attivazione di ambulatori per la prevenzione e la diagnosi dei tumori alla pleura, visto il problema della fluoroedenite, il potenziamento del Pronto Soccorso con un congruo personale medico e paramedico”.

Abbandonano rifiuti, 30 adraniti beccati dalle telecamere

in Bacheca/News di

Sarebbero trenta i cittadini beccati dalla telecamere piazzate dai Vigili Urbani di Adrano in contrada Capici e nel piazzale Di Vittorio, in cui, ormai da tempo, vengono abbandonati rifiuti di ogni genere.

Indisturbati, come se nulla fosse, in pieno giorno, diversi uomini e donne, sostata l’auto, gettavano rifiuti di ogni genere in spazi e luoghi in cui non è consentito il conferimento della spazzatura. Di fatti, non esiste alcun cassonetto. Nessuna giustificazione, insomma, per i cittadini-sporcaccioni che, adesso, dovranno pagare delle multe.

Si dovrebbe cominciare a comprendere che ciascuno è chiamato a fare la propria parte, rispettando l’ambiente e la città in cui si vive.

 

Ecco le immagini dei cittadini incivili nel servizio del giornalista Davide D’Amico di TVA. 

 

 

Senz’acqua da 20 giorni, esasperati i residenti di contrada Fumata ad Adrano

in Bacheca/Video News di

Rubinetti a secco da tanti, troppi giorni in contrada Fumata, ad Adrano. Intere famiglie patiscono il disagio di non avere acqua corrente nelle loro abitazioni, con gli inevitabili problemi del caso. C’è chi deve rifornirsi di acqua in bottiglia, chi attingere da fontanelle. I cittadini stanchi hanno scelto di affidarsi ai microfoni di Video Star che continua a dare voce ai quartieri della città.

La mancata erogazione dell’acqua sarebbe da ricondurre ad alcune verifiche per scovare allacci abusivi alla condotta idrica. Nel frattempo, però, i residenti – calendario alla mano – non hanno l’acqua da almeno venti giorni.

 

Il servizio della giornalista Alice Vaccaro di Video Star (12 agosto 2014)

 

Go to Top