Category archive

Cultura - page 3

I video della “corsa dei devoti” e della “volata dell’angelo” dei nostri lettori

in Cultura di

Ecco i primi video dell’edizione 2014 dei festeggiamenti in onore di san Nicolò Politi. Si tratta di due brevi spezzoni della tradizionale “corsa dei devoti” (in particolare l’arrivo in piazza Maria Ausiliatrice, meglio nota come piazza Santa Chiara) e della “volata dell’angelo”.

I video sono pervenuti tramite mail e caricati nel canale ufficiale di Symmachia su youtube.

Se vuoi inviare video o foto dei giorni di festa puoi utilizzare questo sito web mediante il semplicissimo strumento della “Bacheca del cittadino” (in homepage) oppure per mail associazionesimmachia@virgilio.it

 

La volata dell’angelo (video)

 

La corsa dei devoti (video)

Uno scorcio della Volata dell’Angelo (foto Giovanni Stissi)

volata stissi

Un momento dell’omelia dell’abate Ildebrando Scicolone (foto Giovanni Stissi)

volata stissi 2

 

A maggio collettiva d’arte di Symmachia ad Adrano, Biancavilla e Catania. Ecco come partecipare

in Cultura/Iniziative di

Si chiama “Le infinite luci della vita”, la collettiva d’arte contemporanea promossa dall’Associazione Culturale Symmachia per offrire una vetrina importante ai tanti talenti artistici del territorio. 

La Mostra si svolgerà in tre tappe, tutte a maggio. Si partirà da Palazzo San Domenico di Adrano dal 9 al 11 maggio, per poi proseguire nella affascinante cornice di Villa delle Favare a Biancavilla dal 15 al 17 maggio e conclusione a Palazzo della Cultura a Catania.

 

Ci si rivolge in particolare ad artisti che hanno conseguito gli studi presso il Liceo Artistico o l’Accademia delle Belle Arti, ma l’organizzazione si riserva altre tipologie di adesioni.

La Mostra d’arte è già giunta alle sua terza edizione ed è stata curata negli anni da Lorenzo Di Bella in collaborazione con Fabio Saitta e Alfonso Restitivo e, da quest’anno, con l’artista adranita Sara Ricca.

Questo è il blog che Symmachia ha realizzato per tutte le notizie utili per partecipare alla collettiva d’arte http://infinitelucidellavita.wordpress.com/

Bando di partecipazione – clicca qui

Il dramma degli immigrati in un monologo teatrale dell’adranita Daniele Anzalone

in Cultura di

 

E’ Daniele Anzalone, 31 anni, di Adrano uno dei vincitori di “UP2U!”, il concorso teatrale promosso per la prima volta da “La Stampa”. Si tratta di una significativa opportunità che il quotidiano torinese ha concesso a tanti giovani attori ai quali è stato chiesto di reinterpretare i fatti d’attualità con un linguaggio e uno stile teatrale.

Nella vita Daniele Anzalone è un educatore e ha la fortuna di stare a contatto con bambini e giovani stranieri che hanno lasciato il loro Paese d’origine in cerca di un futuro migliore. Come “Tonato Immigra” il bizzarro personaggio ideato ed interpretato da Anzalone nel suo monologo, in cui si ripercorrono, in chiave umoristica e paradossale, i momenti concitati dei viaggi della speranza. Ma c’è anche spazio all’ironia, come quando “Tonato Immigra”, finalmente, ottiene l’agognato permesso di soggiorno, rigorosamente scaduto.

“Tonato Immigra (… un immigraTonato)” nasce da una incessante attività di ascolto, di immedesimazione e, probabilmente, anche dall’identificazione dello stesso Anzalone nelle storie vissute dai minori immigrati giunti in Italia non accompagnati. Sono bambini di cui Daniele Anzalone si prende cura nel suo servizio di animazione nei Centri di aggregazione per immigrati.

Il progetto teatrale del giovane attore adranita è stato particolarmente apprezzato, al punto da ottenere il premio sia della Giuria di qualità che della Giuria popolare.

A giudicare l’opera di Anzalone sono stati attori di primo piano, fra cui Giacomo Poretti, il simpaticissimo “Giacomino” del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo. Con Poretti anche il giornalista Gabriele Ferraris, il critico musicale Luca Dondoni, la critica teatrale Barbara Ferrato e l’attore Walter Zambaldi.

In una parola Anzalone si definisce un “tipo complicato” e non nasconde l’entusiasmo che ha profuso nel suo monologo. “Mi piace raccontare ed ascoltare le persone – ha detto Anzalone a “La Stampa” – ho avuto la fortuna di lavorare con minori stranieri e a loro ho chiesto delle loro storie. Spero che si possa essere più sensibili con chi è straniero perché, prima o poi, la ruota gira”.

A Daniele Anzalone le congratulazioni dell’Associazione Culturale Symmachia.

A seguire pubblichiamo il monologo “Tonato Immigra (… un immigraTonato)”, ideato e interpretato da Daniele Anzalone e vincitore del Concorso teatrale de “La Stampa.

 

Salute e Sport, Arte e Opportunità, tre iniziative di Symmachia fra sabato e martedì prossimi

in Cultura/Iniziative di

Symmachia promuove tre distinti appuntamenti che toccheranno alcuni interessanti aspetti. Sport, Arte e Opportunità saranno i tre pilastri degli appuntamenti promossi, a titolo gratuito, dall’Associazione Culturale Symmachia di Adrano e Biancavilla.

Si comincia sabato prossimo, 12 aprile, alle ore 15.30 a Palazzo Bianchi, ad Adrano, con l’iniziativa “Sport e Salute, Traumatismi sportivi”, il Corso di aggiornamento per docenti di Educazione fisica, istritturoi, allenatori, operatori e titolari di strutture e realtà sportive del territorio, medici ed infermieri. L’iniziativa, curata dal prof. Maurizio Zignale, è realizzata in collaborazione con AILF, Mythos Danza, IPASVI, Comune di Adrano.

 

All’iniziativa interverranno i relatori: dott. Salvatore Salamone, dott. Gaetano Gulino, dott. Gaspare Cordovana, dott. Tony Magrì, inf. Vincenzo Di Leo, dott. Aldo Luca, inf. Salvo Floresta, dott. Angelo Garraffo, inf. Alessandro Scalisi che modererà il dibattito. 

Ad introdurre saranno il prof. Maurizio Zignale, promotore dell’iniziativa, e Calogero Rapisarda, vicepresidente dell’Associazione Culturale Symmachia. Previsti i saluti istituzionali del sindaco di Adrano Pippo Ferrante.

Foto: Sabato e domenica prossima, 12 e 13 aprile, a Palazzo Bianchi, ad #Adrano, mostra personale dell'artista Sara Ricca.  Un modo per valorizzare e promuovere quanto di buono abbiamo nella nostra comunità.

Sempre sabato 12 aprile, a Palazzo Bianchi (piano terra) spazio alla creatività e all’arte con le opere della giovane artista adranita Sara Ricca, appena laureata presso l’Accademia delle Belle Arti di Catania con una tesi interamente dedicata alla rappresentazione pasquale dei “Diavulazzi”. 

 

La mostra verrà inaugurata alle ore 16 e rimarrà visitabile fino alle ore 20 e domenica 13, Domenica delle Palme, dalle ore 10 alle ore 13 e nel pomeriggio dalle ore 16 alle ore 20. 

All’inaugurazione prenderanno parte la prof.ssa Angela Anzalone, l’architetto Lorenzo Di Bella e l’artista Sara Ricca

 

Mercoledì 30 aprile, alle ore 17.30, a Villa delle Favare a Biancavilla importante incontro su “Bonus Ristrutturazioni” , le  opportunità previste dal Governo nazionale in materia di ristrutturazione delle abitazioni, attraverso vere e rpoprie agevolazioni fiscali. Verrà illustrata anche la proposta elaborata da Mediolanum Bank. All’incontro prenderanno parte il direttore del periodico d’informazione “Symmachia” Vincenzo Ventura, il dirigente della Soprintendenza ai Beni culturali di Catania, arch. Carmelo Salanitro, l’arch. Lorenzo Di Bella, il promoter finanziario di Mediolanum Fabio Catania, il sindaco di Biancavilla Pippo Glorioso. A moderare sarà Agnese Alberio dell’Associazione Culturale Symmachia.

 

 

Al via la scuola di formazione all’impegno sociale e politico della Diocesi

in Cultura/News di

Prenderà il via sabato 19 ottobre la Scuola di formazione all’impegno sociale e politico, promossa dall’Ufficio Problemi sociali e Lavoro dell’Arcidiocesi di Catania e dallo Studio “San Paolo” per due intensi cicli di attività. 

Nove saranno le macroaree tematiche che caratterizzeranno l’intero corso:

Storia dei partiti
(G. Vecchio).
Etica sociale
(G. Schillaci).
Cattolicesimo politico
(G. Zito).
Fondamenti biblici e patristici
dell’impegno politico
(R. Gisana).
La Costituzione italiana
(A. Cariola).
Storia del sindacato in Italia.
Politiche sociali e del lavoro
(R. Rotolo).
Seminario: Il popolarismo
di L. Sturzo
(S. Latora).
La famiglia, speranza e futuro
per la società
(S. Zamagni, Università di Bologna).

Dottrina sociale della Chiesa (don Piero Sapienza dell’Arcidiocesi catanese), Storia dei partiti (prof. Giuseppe Vecchio, direttore del Dipartimento di Studi Sociali e Politici dell’Università di Catania), Etica sociale (don Giuseppe Schillaci), Cattolicesimo politico (don Gaetano Zito), Fondamenti biblici e patristici dell’impegno politico (don Rosario Gisana), La Costituzione italiana (prof. Agatino Cariola, costituzionalista, docente presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Ateneo catanese), Storia del sindacato in Italia e Politiche sociali e del lavoro (Rosaria Rotolo, segretaria generale della Cisl di Catania).

Verranno presentati, attraverso alcuni seminari, alcuni testimoni dell’impegno politico e della tradizione del cristianesimo democratico come don Luigi Sturzo, Giorgio La Pira, Alcide De Gasperi, Giuseppe Toniolo e Giuseppe dossetti. Fra questi incontri, quello sul “popolarismo di Luigi Sturzo” a cura di Salvatore Latora e “La famiglia, speranza e futuro per la società” del prof. Stefano Zamagni dell’Università di Bologia.

Le lezioni si svolgeranno, ogni sabato, dalle ore 9 alle ore 12.30, presso il Seminario Arcivescovile di Catania di via Odorico da Pordenone. 

 

Domani ad Adrano “Il frutto oscuro del lavoro nero”. Symmachia presenterà un docu-film

in Cultura/News di

Parte da Adrano un appello accorato per contrastare il fenomeno del lavoro nero in agricoltura, soprattutto in provincia di Catania dove, secondo diverse stime, circa il 50% dei braccianti agricoli non sono messi in regola dai datori di lavoro. 

E’ la Uila (Unione Italiana Lavoratori Agroalimentari) a voler puntare l’attenzione su questi scottanti temi, con la conferenza “Il frutto del lavoro nero oscura la dignità dei lavoratori, delle imprese e della società” che si svolgerà domani, mercoledì 25 settembre, alle ore 18 a Palazzo San Domenico.

In prima linea c’è Nino Lombardo, da anni impegnato al fianco dei braccianti agricoli del territorio e che offre assistenza ed informazioni utili a tanti lavoratori, grazie alla intensa attività della locale segreteria della Uila sita in piazza Umberto.

E’ stata la segreteria provinciale della Uila con il segretario Antonino Marino a scegliere Adrano come città simbolo di lotta contro il lavoro nero proprio perchè rappresenta uno dei più grossi centri agricoli della provincia di Catania.

All’incontro di domani interverrà anche il segretario nazionale della Uila Stefano Mantegazza, il segretario generale della Uila Sicilia Gaetano Pensabene, il segretario generale Uil di Catania Angelo Mattone, insieme alle Istituzioni locali e ai rappresentanti degli organi ispettivi e di vigilanza.

“La vertenza che facciamo partire da questo territorio mette al centro il malessere di tanti onesti lavoratori – spiega Nino Lombardo, segretario della Uila di Adrano – metteremo al centro del dibattito con i nostri ospiti sindacalisti diverse proposte, come ad esempio l’istituzione di un numero verde come strumento di denuncia del lavoro nero che, spesso, cede a forme di vero e proprio sfruttamento dei braccianti agricoli. Inoltre – conclude Lombardo – chiederemo una maggiore attività di monitoraggio aziendale e forme di controlli più puntuali per scongiurare una “guerra fra poveri” e cioè fra italiani e stranieri”. 

Anche l’Associazione Culturale Symmachia ha aderito all’iniziativa di domani e presenterà un breve docu-film “Il frutto oscuro” ideato e curato direttamente dai giovani dell’associazione con la regia del filmmaker Francesco Giangreco, con alcuni contributi di rappresentanti del mondo sindacale e delle istituzioni locali. 

“Contrastare questo dilagante fenomeno significa compiere una grande battaglia di civiltà e di legalità – spiega Calogero Rapisarda, vicepresidente di Symmachia – con questo docu-film vogliamo far comprendere come il lavoro nero possa lasciare senza tutela e con misere paghe tanti lavoratori che potrebbero finire nelle mani di speculatori e sfruttatori che praticano questo tipo di illegalità”. 


Un Nobel al genio informatico Dino Distefano di Biancavilla

in Bacheca/Cultura di
Un genio informatico made in Biancavilla. E’ Dino Distefano, 39 anni, il vincitore del “Roger Needdham award”, una sorta di premio Nobel per l’informatica per aver inventato un software che non fa bloccare i mega Pc.
Giovedì serà il giovane ricercatore biancavillese sarà a Londra per ritare il premio presso la Royal Society, il gotha della scienza britannica. Ma c’è di più, Dino Distefano è stato nominato professore ordinario alla Queen Mary University, entrando di diritto nella comunità scientifica mondiale. 
E’ un ragazzo determinato che ha saputo coltivare il suo sogno, con molti sacrifici. Dino è uno dei tanti giovani sognatori che in Italia non trovano spazio. Voleva rimanere nel suo Paese e dare il suo contributo. Ha partecipato ad un concorso dell’Università di Pisa per tentare di farsi spazio nel difficile e complesso mondo della ricerca. E’ stato bocciato. Poi la decisione, sofferta, di provare fuori. Prima in Olanda, poi in Inghilterra dove il suo ingegno ha cominciato a dare i primi frutti.  
Dino Distefano ha cominciato a maneggiare il computer quando “le tecnologie erano ancora nell’età della pietra e ci divertivamo col mitico Commodore”, spiega al Corriere della Sera che lo ha intervistato. Oggi, Dino ha saputo studiare e realizzare un software capace di testare preventivamente i macchinari prima che vadano in crash. Il dispositivo si chiama “Infer” ed è utilizzato dalla Apple, Microsoft e dagli Airbus. 
Uno studio che Dino è riuscito a c’entrare grazie alle sue competenze informatiche e al suo team di lavoro che è composto da un italiano, un coreano e un inglese. 
Non aver mollato è la sua più grande soddisfazione. E’ un esempio per molti. Prima per i ragazzi, perchè Dino ha dimostrato di essere riuscito, con le sue sole forze e con la sua passione, ad affermarsi concretamente a livello mondiale. Poi per le Istituzioni perchè comprendano, una volta per tutte, di investire sulla formazione e sulla ricerca.
Oggi è necessario aprire il Paese ai giovani, di affidarsi alla loro creatività, allo studio, all’entusiasmo, alla straordinaria preparazione che, spesso, si ottiene grazie ad un talento innato che il sistema Italia non riesce a comprendere.
 

 

Il corto “Scuru e Lustru” del Concorso Symmachia al Giffoni Film Festival

in Cultura di

C’è anche il cortometraggio “Scuru e Lustru” degli studenti del Liceo delle Scienze Umane di Biancavilla tra i video ammessi all’edizione 2012 del Giffoni Film Festival – sezione Scuole, la kermesse internazionale del cinema per ragazzi.

Il corto è stato realizzato in occasione della prima edizione del Concorso di cortometraggi sulla Pasqua di Biancavilla, promosso dall’Associazione Culturale Symmachia.

Il lavoro degli studenti, coordinati dalla professoressa Giusi Rasà, è incentrato sull’elaborazione del lutto attraverso la pratica religiosa del mondo cristiano cattolico e ortodosso, strettamente legato alla sopportazione del dolore per la perdita del figlio di Maria di Nazarath, l’Addolorata, il cui simulacro viene recato in processione la mattina del Venerdì Santo a Biancavilla.

Il cortometraggio è già stato premiato dal periodico d’informazione Symmachia che ha voluto assegnare il “premio della critica”.

Adesso, ci si sta mobilitando per sostenere il cortometraggio che, oltre alla valutazione delle giuria, dovrà ricevere il voto del “popolo della rete”. Sul web, bisognerà collegarsi al link www.giffonifilmfestival.it/mygiffoni/votazioni-videomaker-dai-14-ai-20-anni.html e segnare il corto “Scuru e Lustru”. Il tam-tam è già partito sul sito di Symmachia e sui social network.

“Per noi – si legge in una nota di Symmachia – è una grande soddisfazione aver dato la possibilità a tanti ragazzi di partecipare e di stimolare la loro creatività, facendo conoscere le tradizioni della nostra comunità. Ciò diventa ancora più significativo se si pensa che l’iniziativa è stata realizzata da tanti giovani per i giovani, a titolo gratuito, come per tutte le iniziativa di Symmachia”.

Go to Top