Category archive

Iniziative - page 2

Al via corsi per ottenere una qualifica professionale: energia, comunicazione e sociale

in Iniziative/News di

Ha riaperto i battenti l’Enaip ad Adrano, nei locali di via Pasquale Simone Neri (la strada che porta all’Istituto “Branchina” e al Liceo Scientifico), dove si svolgeranno diversi ed interessanti corsi di formazione professionale, attivati nell’ambito del Piano straordinario per il lavoro in Sicilia” da parte della Regione Siciliana, del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Si tratta di una valida e seria opportunità per i giovani diplomati fino a 35 anni di conseguire una qualifica professionale, utile per l’inserimento nel mondo del lavoro, sempre più esigente e sempre più attento alle certificazioni professionali.

I corsi si svolgeranno ad Adrano, prevedono stage e saranno totalmente gratuiti. 

Questi i Corsi attivati:
1. Addetto al processo industriale di compostaggio;
2. Tecnico del risparmio energetico e delle energie rinnovabili;
3. Installatore-Manutentore di impianti fotovoltaici;
4. Esperto di comunicazione multimediale nel settore della promozione del patrimonio culturale e ambientale;
5. Operatore Sociale Assistente (OSA) persone con handicap.


Per info potete rivolgervi presso la sede ENAIP di Adrano in via Pasquale Simone Neri (nei pressi dell’Istituto Branchina) o potete contattarci direttamente e vi metteremo in contatto con l’Ente abilitato ai Corsi gratuiti che si svolgeranno ad Adrano.

30 anni al fianco delle famiglie con figli sordi: AFAE grande realtà anche ad Adrano e Biancavilla

in Iniziative di

Conta 30 anni di presenza nel territorio catanese l’Afae, l’Associazione Famiglie degli Audiolesi Etnei. 30 anni di impegno puro, di passione, di sacrificio di assistenza alle famiglie con figli sordi. E’ una grande realtà sociale che abbatte le barriere e che, nel tempo, ha rappresentato un solido punto di riferimento nella vita quotidiana di molti genitori. Anche ad Adrano e a Biancavilla la realtà è parecchio presente con suoi assistiti. A guidare l’associazione è proprio l’adranita Vincenzo Lucifora che, insieme ai suoi collaboratori, ha sempre dato anima e corpo all’Afae. Tra i volontari c’è anche Rosaria Spinella, vulcanica giovane adranita, la cui testimonianza vivente è stata protagonista dell’iniziativa dell’Associazione Culturale Symmachia lo scorso 8 marzo, al teatro “La Fenice” di Biancavilla per raccontare quelle “storie di donne” (questo il tema della manifestazione, nell’ambito della Giornata Internazionale della Donna) che non si sono mai perse d’animo, che hanno lottato e che hanno sconfitto pietismo e indifferenza.

Oggi, l’Afae assiste sessanta sordi, in diverse sedi della provincia di Catania, con attività di comunicazione attraverso il linguaggio dei segni, e servizi socio-educativi. Un bilancio del lavoro fin qui svolto è stato tracciato in occasione dell’annuale festa natalizia dell’Afae che si è svolta a Catania alla presenza dell’assessore comunale alla Solidarietà sociale Angelo Villari e dell’on. Concetta Raia.

Tra le iniziative che l’Associazione Afae propone anche corsi per conoscere e studiare, come interprete, la Lis che potrebbe aprire anche spiragli lavorativi, soprattutto nel settore della formazione e della educazione, tra i banchi di scuola. Ma l’Italia – paradossalmente – è uno dei tre Paesi europei che non riconosce la Lis come lingua. E’ il presidente Vincenzo Lucifora, in un’intervista ad un giornale catanese (95100Catania.it) a spiegare come la “lis non è solo una lingua per sordi, ma un’opportunità per ogni individuo. Quale altra lingua, oltre quella dei segni, permette di guardarsi in viso e, quindi di conoscersi?” Un interrogativo sacrosanto, quello di Lucifora.

Una battaglia che deve partire proprio dalla conoscenza. A cominciare dall’incredibile valore sociale che una realtà associativa, educativa, come l’Afae, può rappresentare per il catanese.

Eppure non mancano le difficoltà. “Il 2015 è stato un anno molto sofferto – dice Lucifora al giornale 95100Catania.it – i tagli della Città Metropolitana (l’ex Provincia) ci hanno costretto a fare di necessità virtù per poter garantire i giusti servizi agli utenti. A breve scadrà la convenzione per lo svolgimento del servizio socio-educativo per audiolesi e a breve aspettiamo buone notizie dall’ex Provincia. Se non arriveranno, non mancheremo di far sentire forte la nostra voce”.

Aggiungiamo noi che la politica deve tornare ad assumere il ruolo che le spetta: quello di interpretare le esigenze della comunità e adoperarsi, attraverso tutti i canali istituzionali possibili, per poter trasformare le idee in servizi concreti, strumenti di crescita, essenziali per poter delineare uno sviluppo reale e credibili della società.

Adrano si risveglia per una sera grazie all’iniziativa di artigiani e commercianti

in Iniziative di

E’ stata una bella serata, quella vissuta ieri, ad Adrano, in un tratto di via Cappuccini, chiuso al traffico, in cui diverse realtà commerciali e artigianali hanno realizzato “ChocoModa”, un evento che ha visto la partecipazione di: Fornarina e Tuc-Tuc Abbigliamento bimbo che hanno realizzato due sfilate con il supporto di Giuseppe Scalisi Parrucchieri, It Styly di Patrizia Perdicaro, Vintage Occhiali, Papillart, laboratorio di papillon, Palestra Eusoma con un’esibizione di danza, Nero Maialino con la degustazione del cotechino e sangria, Goduria con degustazione di panettoni artigianali e cioccolata, con gli scatti di Dino Sidoti Fotografo. Si sono uniti anche: Aless Bijoux, Voglia di gusto, Sweet cake di Jessica, Daniel Ponzo creazioni. La serata è stata ripresa dalle telecamere di Tva.

A presentare l’iniziativa sono stati Jessica Intelisano e Nicola Santangelo, con il supporto di dj set Cristal. 


“Il progetto – spiega a Symmachia.it Nicola Santangelo, uno degli organizzatori – nasce dalla voglia di creare un evento per valorizzare le attività commerciali ed artigianali del nostro paese. Ci siamo autofinanziati, grazie anche al supporto degli sponsor. Adrano non è solo delinquenza, ma anche voglia di fare e di crescere, insieme”.

Gallery

Il Fiume chiama, i simetini rispondono. Al Ponte dei Saraceni Symmachia celebra la bellezza

in Adrano/Battaglie/Cultura/Iniziative/symmachia di

E’ stata una grande festa, quella che si è svolta domenica scorsa, 5 luglio, al Ponte dei Saraceni in territorio di Adrano, promossa dall’Associazione Culturale Symmachia di Adrano e Biancavilla. Una festa in cui la gente si è riappropriata del suo territorio, per riscoprire le proprie origini, per coltivare il contatto con la natura, per rinnovare un legame millenario con il Simeto. Con quel Fiume poco valorizzato, spesso da noi stessi bistrattato e ridotto in pattumiera, un luogo, come quello del Ponte dei Saraceni, che autorevoli testate giornalistiche lo consacrano uno dei Ponti più belli d’Italia.

Protagonista della manifestazione anche l'”Aurora dell’Etna”, la meravigliosa farfalla dai colori raggianti.

Il successo è stato al di là delle aspettative: decine di giovani, tantissime famiglie giunte da diverse parti della Sicilia hanno risposto alla “chiamata del Simeto, ideata dai giovani di Symmachia ed in particolare da Gisella Torrisi, Sara Ricca e Noemi Bisicchia, insieme alla presidente prof.ssa Angela Anzalone.

Non solo natura e scoperta dei luoghi, ma anche cultura e arte allo stato puro.

Il primo momento è stato dedicato alla pulizia dei luoghi: armati di guanti e sacchi neri, i più giovani hanno ripulito l’intera area nei pressi del Ponte dei Saraceni, in cui, indisturbati, si trovavano rifiuti di ogni genere che sono stati differenziati, secondo le diverse tipologie. A fine giornata sono stati contati 15 grandi sacchi pieni di spazzatura (bottiglie, plastica, lattine…) destinati all’Isola ecologica.

Poi, spazio alla musica con le chitarre di alcuni escursionisti e alla estemporanea di pittura con diversi artisti che hanno rappresentato, secondo il loro punto di vista, il territorio in alcune tele che verranno successivamente esposte e valutate con un premio simbolico, curato dall’artista Sara Ricca di Symmachia.

Un nutrito gruppo di fotografi e appassionati di fotografia, guidata dal prof. Maurizio Zignale del Laboratorio fotografico “Sikanie” di Catania, ha poi realizzato centinaia di scatti straordinari, alcuni dei quali verranno proposti nella pagina social di Facebook di Symmachia.

Così, è stata lanciata una sfida anche al caldo, brillantemente superata grazie anche al Consorzio Euroagrumi di Biancavilla che ha dissetato tutti con spremute di arance, realizzate sul momento, grazie al referente del Consorzio, guidato dal dottor Salvatore Rapisarda, il dottor Francesco Batticane.

La conclusione della giornata è stata affidata al “Poetarum Circus”, uno dei maggiori collettivi di poeti siciliani che ha deliziato tutti con un significativo recital nella spiaggetta del Simeto. Uno spettacolo profondo ed emozionante.

Tra le altre realtà associative presenti: associazione artistico-culturale Agazì con la presidente Maria Grazia Agati, il gruppo scout “Biancavilla 1”.

“Mentre nella piazza di Adrano impazza una indecente polemica tra due falsi contendenti, noi ripartiamo dal territorio, dalla gioia dello stare insieme, facciamo cultura, facciamo arte, facciamo promozione del territorio, grazie alla sinergia con tante associazioni siciliane”, ha detto Antonio Cacioppo di Symmachia.

Sul posto anche le emittenti televisive locali Video Star e Tva, insieme alla web tv di Biancavilla “Yvii”.

GALLERY

Foto di Maurizio Zignale

symmach

Domenica 5 luglio al Ponte dei Saraceni per tutelare e promuovere la bellezza

in Adrano/Cultura/Iniziative di

Metti un pomeriggio d’estate diverso dal solito, in compagnia  degli amici, della famiglia per tutelare e promuovere la bellezza che, solo il nostro territorio, riesce ad offrire. E’ questo l’obiettivo dell’Associazione Culturale Symmachia che ha promosso per domenica 5 luglio, a partire dalle ore 15, un momento creativo al Ponte dei Saraceni, in territorio di Adrano.

Ideata da energiche ragazze, a cominciare da Gisella Torrisi, insieme a Sara Ricca, Noemi Bisicchia e alla presidente di Symmachia Angela Anzalone, l’iniziativa vede coinvolte tantissime realtà della Sicilia, a cominciare dei poeti del collettivo “Poetarum Circus”.

Sarà un intero pomeriggio ricco di sorprese per grandi e piccoli. Ci sarà spazio per l’arte, la fotografia, lo sport.

Il via è previsto intorno alle ore 15 con un raduno in piazza Sant’Agostino, poi la prima tappa riguarderà la pulizia dei luoghi, spesso degradati da una inciviltà dilagante e bistrattati da chi dovrebbe controllare.

Diverse le associazioni che hanno già confermato la presenza, tra cui gli scout del gruppo “Biancavilla 1” e l’Associazione artistico-culturale “Agazì”.

Ma la giornata, come detto, è incentrata sulla bellezza: per questo il laboratorio fotografico “Sikanie” di Catania insieme a tutti gli appassionati che vorranno aderire potranno immortalare le bellezze di questa porzione di territorio etneo. Come anche i pittori daranno vita ad una estemporanea di pittura. E poi la poesia e lo sport, con le passeggiate in bici e a piedi. A rifocillare tutti ci penserà il Consorzio Euroagrumi di Biancavilla che proporrà le prelibatezze e i prodotti tipici dell’Etna.

Ecco il link diretto all’evento Facebook – clicca qui

11221296_10204275320352460_217816105990686263_n (1)

 

Lotta al tumore al seno per ricominciare. Distefano: “in un anno tante adesioni di donne”

in Iniziative di

Proseguono le iniziative dell’associazione “Ricominciare Onlus”, una realtà che si è affacciata nel panorama territoriale, ed in particolare a Biancavilla, ormai da un anno, per creare un punto di riferimento per la prevenzione del tumore al seno e per fornire tutte le informazioni utili alle donne operate per riprendere in mano la vita e la quotidianità. E la risposta a questa idea c’è stata, al di là delle aspettative degli stessi promotori. Così come racconta Rossella Distefano, attivista della realtà associativa.

“Quando un fa io, Ada Vasta e il prof. Santi Gangi abbiamo pensato di creare una sezione di “Ricominciare” a Biancavilla non ci saremmo mai aspettati di avere un così grande adesione di donne – dice Distefano – in questi mesi di attività siamo riusciti a creare molte iniziative, grazie anche all’aiuto della dottoressa Rosi Monforte, ma siamo consapevoli che c’è molto da fare”.

Intanto, i risultati sono visibili con la partecipazione agli incontri culturali o a quelli incentrati prevalentemente alla prevenzione. Tra questi, l’ultimo è stato intitolato “L’arte di ricominciare”, un appuntamento di lettura al femminile, a Villa delle Favare, con la lettura di alcune frasi del libro di Marina, autrice del libro “E tornerò bellissima”. La voce narrante è stata la biancavillese Antonella Minissale della Compagnia “Città Teatro”, seguita dalla voce di Valeria Verzì.

Durante la manifestazione, è stata inaugurata anche una mostra fotografica con pregiati scatti realizzati dal biancavillese Antonio Bruno. La mostra è visitabile fino al prossimo 6 giugno.

L’Associazione può contare su una sede stabile, all’interno di Villa delle Favare, concessa dall’Amministrazione comunale. Un luogo in cui poter svolgere alcune attività importanti sotto molteplici punti di vista, illustrati da Ada Vasta anche nel corso dell’iniziativa “Storie di donne”, l’iniziativa dell’Associazione Culturale Symmachia promossa nell’ambito della scorsa Giornata Internazionale della Donna, al teatro “La Fenice”.

“Continueremo a curare le iniziative settimanali – dice ancora Rossella Distefano di “Ricominciare” – possiamo anche già anticipare che stiamo lavorando all’appuntamento di ottobre con la prevenzione”.

* Nella foto di copertina di Antonio Bruno, in primo piano, le promotrici di “Ricominciare Biancavilla” Rossella Distefano e Ada Vasta.

 

Formazione sul fenomeno del randagismo, incontro domani al COM di Biancavilla

in Iniziative di

Un focus interamente dedicato al dilagante fenomeno del randagismo è quanto si svolgerà domani, sabato 30 maggio, al COM di Biancavilla, lungo viale Dei Fiori (all’altezza del ristorante “La Lanterna”), in cui ha sede il Comando dei Vigli urbani.

L’iniziativa, promossa dalla Lav di Catania, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, vedrà l’illustrazione del fenomeno nel territorio comunale e gli interventi adottati soprattutto di recente, oltre a tutti i riferimenti normativi con le competenze per i Comuni e per le Azienda Sanitarie Provinciali.

A discuterne saranno il comandante dei Vigili urbani di Biancavilla Vincenzo Lanaia, il legale della Lav l’avvocato Pilar Maria Dolores Castiglia, uno dei gestori delle strutture di ricovero per cani, Biagio Guglielmo Giuffrida e il veterinario Liliana Petralia.

Poi ci sarà lo spazio dedicato a tutti gli interventi da mettere in campo per arginare il fenomeno del randagismo e tutelare il cane, con gli interventi di Angelica Petrina, responsabile della Lav di Catania, l’istruttrice dei Vigili urbani di Biancavilla Barbara Caruso e il consigliere comunale Luigi D’Asero che, nella sua precedente veste di assessore comunale, ha seguito, insieme ai Vigili, numerose iniziative volte ad incentivare, ad esempio, l’adozione del cane nel quartiere.

Poi, nel primo pomeriggio sarà la volta di Francesco Anile, accalappiatore, e del veterinario Tiziana Tumino.

 

 

Monumento ai Caduti nel degrado: lo ripuliscono i giovani di “Alleanza Nazionale” di Biancavilla

in Iniziative di

E’ un oltraggio alla memoria senza fine, quello che, puntualmente, si ripete nei pressi del Monumento ai Caduti in guerra di piazza Armando Diaz ad Adrano. Ormai è risaputo. Symmachia ne avevamo parlato appena il 12 maggio scorso, pubblicando diverse immagini eloquenti, pubblicate dall’insegnante Cettina Marcellino (Oltraggio alla memoria: ridotto a pattumiera il Monumento dei Caduti di Adrano – leggi il post). Ma nulla è cambiato: i ragazzi che frequentano quegli spazi non hanno gettato altrove i loro rifiuti, negli appositi contenitori superstiti nella piazza, e l’Amministrazione Comunale non ha disposto una bonifica dell’area e non ha aumentato il numero di cestini pubblici.

Così, a prendere scope e palette, guanti e sacchetti sono stati i giovani della fondazione “Alleanza Nazionale” di Biancavilla che hanno ripulito l’intera area, in occasione del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nel 1915, per il primo evento bellico mondiale.

Anche in questo le immagini – inviateci dal consigliere comunale di Biancavilla Marco Cantarella – sono eloquenti: i giovani di AN hanno tolto decine di lattine e bottiglie in vetro dei loro coetanei che, al contrario, non hanno dimostrato alcun rispetto dei luoghi.

Ma gli sforzi dei ragazzi sono andati in parte sprecati: il giorno seguente agli interventi di ripulitura, la piazza presentava altri rifiuti. Chiaramente, non bisogna demordere rispetto ad una minoranza di incivili.

La fondazione “AN” ha promosso tre giorni di conferenze e momenti commemorativi per ricordare anche i valorosi uomini del nostro Paese, morti nella “grande guerra”.

Non è mancato il tradizionale omaggio floreale, con piante che hanno richiamato i colori della bandiera italiana, e il “silenzio”, alla presenza delle associazioni nazionali Carabinieri e Finanzieri e ai volontari della Protezione Civile.

Ma le piante hanno avuto poca durata: “dopo appena trenta minuti dall’omaggio – ci scrive il consigliere Cantarella di Fratelli d’Italia-AN – mancava già qualche piante, l’indomani ve ne era solo una. Insomma, una vergogna.”

Analoga iniziativa a Biancavilla, dove anche in questo caso proprio a ridosso del Monumento dei Caduti, in piazza Annunziata, vi erano alcuni bicchieri di plastica della sera precedente, oltre ai sacchi dell’immondizia depositati a ridosso della piazza, rimasti lì, con ogni probabilità, per via dei disagi legati all’ennesima agitazione dei netturbini. Ma un pizzico di attenzione in più, di certo, non guasterebbe.

GALLERY

 

“Il fresco profumo di libertà”, grande emozione e partecipazione nel ricordo della strage di Capaci
Foto e Video dell’iniziativa di Symmachia

in Iniziative di

Iniziativa dell’Associazione Culturale Symmachia per ricordare i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, gli agenti delle scorte e tutte le vittime di mafia.

Ha dato una carica di speranza e di emozione, l’iniziativa “Il fresco profumo di libertà” che si è svolta, ieri, sabato 23 maggio, a Villa delle Favare, a Biancavilla per ricordare il coraggio, la dedizione e il sacrificio del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, degli agenti della scorta Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo, rimasti uccisi nella strage di Capaci, 23 anni fa.

Non una commemorazione – è stato detto – ma un impegno morale nei confronti di tutti coloro che, nelle diversi vesti di giudici, magistrati, poliziotti, carabinieri, giornalisti, sacerdoti e semplici cittadini hanno lottato contro la mafia, al punto da essere stati assassinati.

Promossa dall’Associazione Culturale Symmachia, in collaborazione con il Comune, la manifestazione ha visto una considerevole partecipazione di pubblico, prevalentemente fatto di giovani. Tra questi anche il gruppo giovanile Yvii e gli scout “Biancavilla 1”, l’Associazione Diversamente Uguali, una rappresentanza dei laboratori “Giornalismo-Prevenzione-Legalità” della scuola media “Luigi Sturzo”, guidati dal preside prof. Mario Amato e dalla pro.fssa Marianna Savio.

La manifestazione è stata caratterizzata dalla visione del film “La mafia uccide solo d’estate” di Pif, un racconto irriverente, dissacrante, visto per buona parte dagli occhi di un bambino, Arturo, nel fallimentare tentativo di corteggiamento di una compagna di classe, Flora, attraverso gli indiretti “suggerimenti” dell’allora presidente del Consiglio Giulio Andreotti.

L’iniziativa, condotta da Pamela Farinato di Symmachia, ha visto gli interventi del giornalista Vincenzo Ventura, del sindaco Pippo Glorioso, del comandante della stazione dei Carabinieri di Biancavilla, il maresciallo Roberto Rapisarda, del prof. Antonio Cacioppo, docente di Storia e Filosofia al Liceo “Verga” di Adrano che ha coordinato un interesse dibattito animato da alcuni interessanti contributi di giovani, alcuni anche visibilmente commossi, come Calogero Rapisarda (leggi l’editorale – clicca qui), Andrea Mammoliti, Paola Leocata, Alfredo Fiore, mentre Chiara Carrà ha letto alcuni interventi di Borsellino e Falcone.

E’ stato Vincenzo Ventura a dare una bella notizia per la comunità di Biancavilla: è stata accolta la proposta di Symmachia di intitolare una piazza a Don Pino Puglisi, ucciso dalla mafia nel 1993, nel quartiere di Brancaccio, a Palermo. La proposta – lanciata già da qualche tempo – era stata formulata nello scorso mese di aprile.

“Abbiamo indicato anche la piazza da intitolare, quella del Belvedere, una scelta non a caso, perchè bisogna riqualificare quella zona e farla vivere specialmente ai ragazzi”, ha detto Ventura che ha anche mostrato la determina sindacale, firmata proprio qualche giorno fa.

Per il maresciallo Rapisarda “occorre ripartire dall’esempio di Falcone e di Borsellino e concretizzarlo nella vita di tutti i giorni”, per il sindaco Glorioso “come in quegli anni, c’è il serio pericolo che la mafia possa assicurare “lavoro” criminale, sfruttando la disperazione di tanta gente che non riesce più a fare i conti con la crisi economica e occupazionale”.

Il prof. Cacioppo ha evidenziato come, oggi, vi siano analoghe condizioni di isolamento e di pericolo per un magistrato, vero erede di Falcone e Borsellino: Nino Di Matteo. Cacioppo ha anche parlato di quanto sia attuale il messaggio di Falcone nell’Italia di oggi, un’Italia incompatibile con Falcone, fatta di rapporti più o meno noti tra esponenti dei Governi e soggetti indagati o arrestati per reati di un certo peso.

Da qui, l’impegno poi di Symmachia di procedere nelle immediatezze all’inaugurazione della piazza “Don Pino Puglisi” e agli appuntamenti di luglio, per ricordare il giudice Paolo Borsellino.

GALLERY

 

 

Un Concorso fotografico per raccontare l’Etna e il suo territorio. Ecco come partecipare

in Iniziative di

Si chiama “Etna, patrimonio dell’umanità”, l’interesse concorso fotografico promosso dal Gal Etna per promuovere e scoprire le bellezze naturali del territorio. L’iniziativa è rivolta a tutti gli appassionati di fotografia che dovranno realizzare almeno 5 scatti, inediti e stampati nel formato 20×30, oltre che su supporto cd, sui diversi aspetti legati al Vulcano: natura e paesaggio, monumenti e beni architettonici, eventi e manifestazioni, colture e prodotti tipici del territorio. Verranno selezionate, complessivamente, 40 foto (10 per ogni sezione) che verranno stampate per le attività promozionali in iniziative di marketing territoriale, a cominciare dalla presentazione all’Expo di Milano.

Le fotografie dovranno pervenire in busta sigillata entro le ore 10 di venerdì 5 giugno, presso la Segreteria del Gal Etna sita all’interno di Villa delle Favare, in via Vittorio Emanuele, 124, a Biancavilla. In un plico separato, i partecipanti dovranno presentare la richiesta di adesione, il curriculum vitae dell’autore delle foto, un documento di riconoscimento e il cd con le foto scelte.

I primi tre classificati avranno la possibilità di visitare Expo, attraverso delle modalità molto convenienti: al primo classificato verrà data l’opportunità di avere in omaggio un biglietto aereo Catania-Milano, un pernottamento in albergo e l’ingresso gratuito ad Expo dal 6 al 19 luglio, anche per il secondo classificato ci sarà il biglietto aereo e il biglietto d’ingresso ad Expo gratuito e, infine, al terzo classificato verrà assegnato un biglietto d’ingresso gratuito ad Expo sempre nello stesso periodo.

Per tutti i partecipanti verranno previsti attestati di partecipazione che saranno consegnati nella cerimonia di premiazione che verrà successivamente organizzata.

Scarica il Bando e il Modulo di Adesione

Foto di copertina: CarreraTransfers.it

Go to Top