Category archive

Iniziative - page 3

Proposta di Symmachia per la Pasqua di Biancavilla. Ventura: “ripetere ‘a Paci anche la sera”

in Biancavilla/Cultura/Iniziative/News di

Nel momento in cui l’edizione 2015 delle festività pasquali viene archiviata, l’associazione culturale Symmachia lancia un’idea originale per il prossimo anno: proporre “A Paci”, l’atteso bacio tra il Risorto e la Madonna, anche la sera della Domenica di Pasqua a Biancavilla, attraverso un momento culturale e religioso che potrebbe valorizzare e arricchire le tradizioni pasquali della città.

La proposta è di Vincenzo Ventura di Symmachia che provvederà ad illustrarla al prevosto don Pino Salermo e al vicario foraneo don Giovambattista Zappalà, per poi condividerla con l’amministrazione comunale, le confraternite coinvolte e le associazioni culturali che vorranno dare il loro contributo.

Per la prima volta, quindi, dal prossimo anno la sera di Pasqua, a Biancavilla, potrebbe essere realizzato un ulteriore appuntamento con una chiara connotazione culturale, oltre che religiosa, così come accade in altri Comuni limitrofi. Inoltre, potrebbe essere l’occasione per intercettare anche un minimo di flusso turistico che, proprio nei giorni di festa, raggiunge diversi Comuni etnei.

«La mia è una proposta aperta alla città – spiega Vincenzo Ventura di Symmachia – dobbiamo comprendere che la valorizzazione delle nostre tradizioni deve partire da noi cittadini. Con la versione serale de “a Paci” si consentirà una maggiore partecipazione, soprattutto per coloro che, al mattino, sono impegnate a preparare il pranzo di Pasqua, e alla comunità di ritrovarsi, ancora una volta, in un momento di festa».

Da diversi anni, l’associazione Symmachia è in prima linea per far conoscere, soprattutto ai più giovani, i momenti culturali, religiosi e folkloristici del territorio, promuovendo concorsi fotografici, di cortometraggio e mostre artistiche a Biancavilla e ad Adrano, puntando in particolar modo ai riti della Settimana Santa.

(foto copertina di Orazio Moschetti – Pasqua 2015)

INTERVISTA DI VIDEO STAR

In 600 al Teatro per le testimonianze di suor Lucia e di Rosaria Spinella.
LE FOTO.
IL VIDEO

in Biancavilla/Cultura/Iniziative/News di

E’ stata una grande festa per celebrare la donna, quella promossa dall’Associazione Culturale Symmachia in sinergia con le realtà associative e scolastiche di Biancavilla e l’assessorato alle Pari Opportunità.

Sono stati oltre 600 gli spettatori che hanno partecipato al Teatro “La Fenice” all’evento che ha messo in primo piano storie di donne che, in silenzio e senza clamore, ogni giorno, operano nel territorio, svolgendo una significativa funzione sociale. La testimonianza più attesa è stata quella di suor Lucia Siragusa, direttrice dell’Oratorio “Giovanni Paolo II” di Librino.

Intervistata dal giornalista Vincenzo Ventura, suor Lucia ha raccontato la sua personale esperienza a Librino facendo un bilancio delle attività portate avanti in questi primi dieci anni di presenza nella “città-satellite” di Catania.

“All’inizio è stata dura – racconta suor Lucia – davamo un premio ai ragazzi che completavano i compiti di scuola e, poi, abbiamo trovato la giusta sintonia realizzando tutte quelle attività che i ragazzi amano, a cominciare dallo sport. In molti ci guardavano con diffidenza, probabilmente perché, in questo modo, si toglievano dalla strada i manovali per le azioni illecite. Sogno Librino come un quartiere normale e so che, con l’impegno di tutti, ciò sarà possibile”.

Insieme a suor Lucia, anche due giovanissime ragazze dell’Oratorio: è stata Erica a raccontare la sua esperienza al fianco delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

A suor Lucia è stata conferita una targa di merito dal sindaco Pippo Glorioso e consegnata una riproduzione dell’Icona della Madonna dell’Elemosina da Giuseppe Santangelo, presidente dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”.

Toccante la testimonianza anche di Rosaria Spinella dell’Associazione Famiglie Audioloesi Etnei che ha sottolineato come, da ragazza sorda, non si mai lasciata prendere dallo sconforto, ma è riuscita a comunicare agli altri la sua voglia di vivere.

“La vita è un dono prezioso – ha detto la dott.ssa Spinella – non bisogna lasciarsi abbattere dalle difficoltà, bisogna trovare la forza nella fede e nell’amore della famiglia, degli affetti più cari. Occorre mettere fine ai pregiudizi e alla commiserazione: siamo tutte persone, siamo tutti uguali”.

In platea, diversi componenti dell’Afae che hanno partecipato alla manifestazione grazie ad un’istruttrice del linguaggio dei segni.

Diversi i momenti musicali e i recital proposti dalle giovani del gruppo Yvii, guidate da Maria Grazia Castro, e da Giovanna Fallica e Giuseppe Marchese dei DB. Friends, oltre alla poesia “E tu, donna” scritta e recitata da Antonino Distefano dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina” e alle riflessioni della dott.ssa Ada Vasta dell’Associazione Ricominciare impegnate nella lotta al tumore al seno, della dott.ssa Mariella Papotto del Dipartimento di Salute Mentale di Adrano, della prof.ssa Elsa Vittoria Sangiorgio dell’Accademia Universitaria Biancavillese e dei giovani del gruppo scout “Biancavilla 1”.

Due le scuole che hanno aderito: la paritaria “Maria Ausiliatrice” e il Coro “Don Bosco” del 1° Circolo Didattico, diretto da Graziella Neri.

Un omaggio floreale è stato reso al maresciallo Monia Buonsante della Stazione dei Carabinieri di Biancavilla, insieme alle donne componenti della Giunta municipale Grazia Ventura, Giusi Mursia e Francesca Grigorio.

“Abbiamo raccontato storie di donne in prima linea – spiega Vincenzo Ventura di Symmachia, promotore dell’iniziativa – sono donne forti che riescono a raccogliere le sfide della quotidianità perché credono nella loro missione di vita. Ci hanno dato una carica di speranza. Con il successo di questa manifestazione avviamo un percorso nuovo nella nostra città perché, in appena due giorni, siamo riusciti a mettere in campo una rete di scuole e di associazioni che hanno scelto di spendersi per la comunità”.

LE FOTO DELLA MANIFESTAZIONE (di Claudio Gargano e di Agatino Diolosà del Gruppo giovanile Yvii)

Il servizio di Tatjana Caserta con immagini di Salvo Diolosà su TVA

Statale 284, a Biancavilla grande partecipazione: in piazza 600 cittadini firmano petizione

in Battaglie/Iniziative/News di

E’ stata una mobilitazione civica che Biancavilla non vedeva da tanto tempo, quella che si è svolta domenica scorsa, 1 marzo, in piazza Roma per la campagna di denuncia e di sensibilizzazione per la strada statale 284, promossa dall’Associazione Culturale Symmachia.

Come la trafficata arteria mette in collegamento diversi Comuni, fra cui Adrano, Biancavilla, S. Maria di Licodia e Paternò, anche le attività di Symmachia hanno messo in rete diverse associazioni e movimenti, soprattutto giovanili. Fra questi il gruppo Scout “Biancavilla 1”, collaborati dagli Scout di Motta Sant’Anastasia, e del gruppo giovanile Yvii di Biancavilla, tutti presenti in piazza per dare, in varie forme, un contributo importante alla causa.

Il bilancio del secondo week-end di “lotta” è, quindi, estremamente positivo e per certi aspetti inatteso: in piazza, complessivamente, in appena due ore sono state raccolte 600 firme per la petizione popolare che verrà inviata agli Organi competenti. In questo numero sono conteggiate anche le sottoscrizioni raccolte presso lo svincolo della statale 284, in territorio di Biancavilla, lo scorso sabato, 28 febbraio. Infatti, sebbene fosse prevista solamente un’attività di volantinaggio per sensibilizzare gli automobilisti, alcuni hanno preferito fermare la loro auto, ascoltare il messaggio dei giovani di Symmachia e apporre la firma in calce al documento.

A firmare anche il sindaco di Biancavilla, Pippo Glorioso che è intervenuto sia presso lo svincolo della statale 284, sia in piazza Roma.

Il motto è sempre lo stesso e condiviso da tutti: “basta sangue sulla statale 284”, gli Scout hanno aggiunto “non si può morire d’indifferenza”, riprendendo lo slogan che Symmachia ha inserito nel video-denuncia appositamente realizzato (e che riproponiamo in questo post).

Adesso, l’appuntamento è rinnovato per il prossimo fine settimana, quando l’Associazione Symmachia si sposterà a Santa Maria di Licodia.

GALLERY – LE FOTO DEL PRESIDIO IN PIAZZA ROMA

GALLERY – LE FOTO DEL VOLANTINAGGIO ALLO SVINCOLO

SERVIZIO VIDEO STAR SUL VOLANTINAGGIO

SERVIZIO TVA SUL PRESIDIO IN PIAZZA ROMA

in attesa di pubblicazione

VIDEO – “NON SI PUO’ MORIRE D’INDIFFERENZA”

Attivato il numero verde contro il lavoro nero. La proposta era stata lanciata ad Adrano

in Battaglie/Iniziative di

800974363. E’ il numero verde attivato dalla Uila di Catania per le segnalazioni di lavoro nero, sfruttamento della manodopera e le “nuove schiavitù” in agricoltura.

Si tratta di uno strumento importante che segna una svolta nell’azione di lotta con il dilagante fenomeno del lavoro nero, un modo concreto di denuncia e di segnalazione di queste pratiche che portano il lavoratore a non avere più tutele e ad accettare paghe da fame.

L’iniziativa era stata lanciata, un anno fa, ad Adrano, quando il segretario cittadino della Uila, Nino Lombardo, invitò a Palazzo San Domenico il segretario nazionale della Uila Stefano Mantegazza, il segretario provinciale della Uila Nino Marino e l’allora segretario Uil di Catania Angelo Mattone che ha poi passato il testimone alla guida dell’organizzazione sindacale a Fortunato Parisi. La proposta partita da un centro agricolo forte, come quello di Adrano, era stata immediatamente condivisa dall’organizzazione sindacale. Infatti, grazie a quella proposta partita dal nostro territorio Catania è divenuta la sede pilota del progetto.

In quell’occasione era stato diffuso anche il docu-film “Il frutto oscuro”, realizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale Symmachia. Un video-denuncia che il segretario nazionale Mantegazza ha poi voluto portate in tutti i Congressi della Uila a livello nazionale.

L’inaugurazione della nuova sede della Uila, in via Sangiuliano 365, a Catania, è stata l’occasione per annunciare l’attivazione del numero verde del Centro ascolto Uila sul lavoro nero.

Nel corso della manifestazione, Mantegazza ha ricordato l’impegno in difesa dei braccianti agricoli e dei forestali.

“Il centro ascolto è una delle tante iniziative Uila – ha spiegato il segretario nazionale – per lottare contro la trageda del lavoro nero e da Catania, sede pilota, pensiamo di estenderlo a tutta Italia. Ben 300 fantasmi del nostro Paese producono un terzo della produzione agricola. Da qui la necessita che tutti i consumatori si interroghino, ogni volta che acquistano e mangiano un frutto della terra, se quel prodotto viene da manodopera legale”.

I “numeri” del fenomeno li ha poi snocciolati il segretario provinciale e regionale aggiunto Uila Nino Marino: “un panorama da sempre preoccupante, ma adesso ancora più inquietante, di lavoro nero dovuto alla scelta criminale di alcune aziende siciliane che pensano di poter trarre maggiore profitto dal sommerso. Il 30 per cento delle imprese isolane – ha precisato Marino – sfrutta extracomunitari e siciliani in nero. Riteniamo, inoltre, che almeno il 50% utilizzi prestazioni per le quali non viene pagato il dovuto in funzione delle ore di prestazione effettivamente svolte. Stimiamo, infine, che nella sola provincia di Catania, a fronte di 28mila assunti, esistano 15mila irregolari. E’ una vergogna rispetto alla quale nessuno più tacere: per fronteggiarla, non bastano le tradizionali iniziative di contrasto e repressione assicurate da Ispettorato e forze dell’ordine. Il sindacato deve partecipare a questa battaglia di legalità anche con soluzioni nuove e diverse come il Centro di Ascolto Uila di Catania, che offre opportunità di denuncia e riscatto sociale a tantissimi lavoratori garantendo l’assoluto anonimato”.

DOCU-FILM UILA-ADRANO e SYMMACHIA. Il frutto oscuro

La Villa Comunale di Biancavilla intitolata all’ex sindaco Dino Laudani.
All’ex sindaco Peppino Pace e al cavaliere Alfio Randazzo due piazzette

in Iniziative/News di

Negli anni Sessanta era stato il sindaco Dino Laudani ad acquistare il terreno che, dopo oltre trent’anni, è stato destinato alla Villa Comunale. Adesso, quello che dovrebbe essere il “polmone verde della città”, inaugurato dall’Amministrazione Manna, verrà intitolato all’avvocato Laudani.

Apprezzato da tutti, Laudani fu sindaco di Biancavilla per una prima esperienza dal giugno del 1960 al giugno del 1964, riportando la DC alla guida della città dopo la parentesi comunista del sindaco Peppino Pace, a cui, peraltro, verrà intitolata una piazza della città.

Fra le maggiori opere, oltre agli interventi relativi all’edilizia scolastica, si ricorda la pavimentazione in basolato lavico di via Inessa. A lui si deve anche il primo storico incontro tra la comunità biancavillese e quella di Piana degli Albanesi.

Storico primo cittadino, l’avvocato Laudani è stato un esponente di primo piano della Democrazia Cristiana in cui ha ricoperto anche importanti cariche, all’interno della Direzione nazionale.

A firmare l’atto di intitolazione, lo scorso 12 gennaio, è stato il sindaco Pippo Glorioso. Oltre alla Villa Comunale, due piazzette verranno intitolate ad altri due personaggi illustri della città: l’ex sindaco comunista Peppino Pace, scomparso nel 1995 e il cavaliere Alfio Randazzo, deceduto a Catania nel 2011.

Pace, figlio di artigiani, è stato sindaco della città per tre mandati ed è ricordato anche per la sua passione per la pittura.

Randazzo, perito agrario, ha creato la sede biancavillese il Consorzio Interprovinciale “Trinacria” a difesa delle colture, è stato fra i principali dirigenti del Comitato tecnico nazionale agrumi ed è noto per il suo impegno politico, nelle fila della DC, e nel volontariato. Nel 2009 è stato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ad insignirlo del titolo di cavaliere. I suoi familiari hanno già espresso la volontà di donare alcuni beni di arredo urbano da destinare all’area che a Randazzo verrà intitolata.

 

* La foto che, vede al centro l’ex sindaco Dino Laudani, è tratta da uno scatto di Antonio Zappalà sulla processione dell’Addolorata.

Natale 2014, ad Adrano Presepe monumentale siciliano in un cortile del centro storico

in Iniziative di

Pochi giorni a Natale e ad Adrano è possibile visitare uno straordinario Presepe monumentale che richiama arti e mestieri della Sicilia dell’Ottocento, con pastori realizzati dai famosi ceramisti Velardita, Scarlatella, Giraffa.

Il Presepe è realizzato in centro storico, nell’incantevole cornice del cortile Bulla, in via Sant’Antonino 6, a pochi passi dalla chiesa del SS. Salvatore. E’ visitabile tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30 e nel pomeriggio dalle 16 alle 20, con un piccolo contributo di 1 euro.

Sarà possibile vedere anche altri presepi, con pastori realizzati a mano e di pregiata fattura. Nello stesso tempo l’Associazione artistico-culturale Agazì esporrà opere d’arte e creazioni artigianali.

Ventura: “a Renzi abbiamo indicato le priorità per il nostro territorio”. Ecco tutti i video

in Battaglie/Iniziative di

“A Renzi abbiamo indicato le priorità per la bonifica del nostro territorio. Lo abbiamo fatto con grande umiltà ma con una buona dose di determinazione, perché crediamo che ciascuno è chiamato a fare la propria parte. Non bisogna indossare necessariamente la fascia tricolore, non bisogna essere nè deputati nè consiglieri comunali per combattere una grande battaglia di civiltà, a tutela della salute di tutti”.

E’ quanto dichiara il direttore di “Symmachia”, il giornalista Vincenzo Ventura che, lo scorso venerdì, 28 novembre, al Municipio di Catania ha avuto modo di incontrare personalmente il presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, a cui ha consegnato una lettera sul problema della fluoro-edenite, il minerale killer simile all’amianto, scoperto a Biancavilla, alla fine degli anni Novanta.

Proponiamo tutti i video relativi all’incontro di Symmachia con il premier.

 

L’intervista della giornalista Maria Chiara Galatà di Video Star al direttore di Symmachia Vincenzo Ventura

 

L’intervista del direttore di Tva Notizie Salvo Sidoti al direttore di Symmachia Vincenzo Ventura

 

Il servizio della giornalista Agnese Virgillito di Video Star sulla visita di Renzi a Catania con riferimento all’incontro tra il Premier e il direttore di Symmachia

 

Vedi anche i video sulla fluoro-edenite

Il servizio del giornalista Antonio Condorelli di LA7 sul problema amianto di Biancavilla

 

Il servizio del giornalista Anthony Distefano di Video Star sulle anticipazioni del reportage di LA7 con intervista al direttore di Symmachia

 

Il servizio del giornalista Davide D’Amico di TVA sulla richiesta di Symmachia di istituire il fondo per aiutare economicamente le famiglie delle vittime di fluoro-edenite

Cerimonia di premiazione concorso fotografico “Aria di festa” a Biancavilla

in Foto/Iniziative di

Borzì, Sberni e Caracì si aggiudicano il Concorso fotografico.
Centinaia gli scatti presentati
Ecco le foto vincitrici e gli scatti più belli

in Cultura/Iniziative di

Sono tre biancavillesi Marco Borzì, Pieremanuele Sberni e Grazia Caracì i vincitori di “Aria di festa”, il concorso fotografico sulle festività patronali di Biancavilla, promosso dall’Associazione Culturale Symmachia, in collaborazione con l’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina” e il patrocinio del Comune di Biancavilla.

All’interno della seicentesca chiesa del Rosario, stracolma di gente, si è svolta la cerimonia di premiazione in un clima di festa e di grande partecipazione.

Il concorso fotografico ha visto una sorprendente partecipazione, soprattutto dei più giovani, impegnati con reflex, “compatte” e anche smartphone ad immortalare i momenti salienti dei giorni di festa. Così, l’Archivio della Biblioteca comunale “Gerardo Sangiorgio” si arricchisce di centinaia di scatti che documentano le festività patronali 2014, in tutte le sue forme: dai riti religiosi e le processioni, fino ai momenti popolari e folkloristici e, persino, aspetti particolarmente curiosi.

Per le tre foto più belle sono stati previsti premi da 600 euro, messi a disposizione da Carrefour Market di Biancavilla che ha immediatamente sposato l’iniziativa. Infatti, è stata una precisa scelta dell’Associazione Symmachia realizzare una manifestazione culturale a costo zero per le classe comunali, un aspetto non di poco conto.

“E’ probabilmente insolito – ha detto Vincenzo Strano, direttore di Carrefour Market – abbiamo ritenuto valida l’iniziativa di Symmachia perchè parte del basso, perchè ciascuno è chiamato a fare la propria parte, sostenendo soprattutto i più giovani nelle loro passioni e far conoscere loro le radici della comunità in cui vivono e in cui, si spera, potranno realizzarsi”.

Per i giovani dell’Associazione Symmachia che hanno ideato il concorso fotografico, il bilancio è positivo.

“Abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi prefissati – ha spiegato Vincenzo Ventura dell’Associazione Symmachia – questo è il successo di tutti, di tanti giovani che hanno scelto di fare la loro parte e di realizzare l’iniziativa, di tutti i partecipanti che hanno voluto dare il loro punto di vista di questi giorni di festa. Abbiamo dimostrato che le festività patronali non sono soltanto botti, ma c’è anche la cultura che poi genera aggregazione e voglia di fare. Abbiamo già in cantiere altre attività e continueremo in questa direzione valorizzando i talenti e promuovendo ciò che di buono esiste nel nostro territorio”.

Con Ventura, altri giovani impegnati volontariamente nell’organizzazione sono stati Calogero Rapisarda, Pamela Farinato, Sara Ricca, Giuseppe Foco, Pietro Santangelo, Chiara Carrà, Agata Foco, Emanuele Alì.

A presentare la manifestazione è stato il giornalista Anthony Distefano.

A tutti i partecipanti sono stati consegnati gli attestati di partecipazione. Fra questi, anche riconoscimenti alle scuole che hanno aderito all’iniziativa: il Liceo Classico e Scientifico Verga di Adrano e la Scuola elementare paritaria Maria Ausiliatrice di Biancavilla. Ad impreziosire la cerimonia di premiazione, sono state le splendide voci dei bambini del Piccolo Coro “Don Bosco” del 1° Circolo didattico di Biancavilla. Con loro anche il dirigente scolastico, prof. Mario Amato a cui è stata consegnata una stampa dell’Icona della Madonna dell’Elemosina dal presidente dell’associazione mariana Giuseppe Santangelo.

Un riconoscimento è andato anche al gruppo Yvii che mette insieme tantissimi giovani del territorio. A portare i saluti dell’Amministrazione comunale è stata la consigliera comunale Grazia Ventura.

A valutare le foto sono stati i fotografi Angelo Cunsolo, Salvo La Spina, Raffaele Sanfilippo, i maestri d’arte Sara Ricca e Giuseppe Santangelo e gli studiosi e cultori di storia locale Teresa Castro e Carmelo Carcagnolo.

“E’ stata una scelta molto difficile – ha spiegato il fotografo Sanfilippo – abbiamo visionato foto di qualità e, oggi, siamo particolarmente contenti che a partecipare siano stati soprattutto tanti giovani. Ho già invitato gli organizzatori a proseguire in queste attività e ad avviare per il prossimo anno anche una categoria riservata ai bambini per cominciare a far capire l’importanza di questi momenti”.

Symmachia, con il suo presidente Angela Anzalone, pensa già ad altre iniziative sulla fotografia, a cominciare dalla realizzazione di un book che metta insieme gli scatti fotografici di tutti i partecipanti.

 1° Classificato – Marco Borzì

 Marco Borzì

2° Classificato – Pieremanuele Sberni

Pieremanuele Sberni

3° Classificato – Grazia Caracì

Grazia Caracì

 

Il video con le foto dei partecipanti

———

Da parte di Symmachia sono doverosi alcuni ringraziamenti a chi, a titolo volontario, ha contribuito alla buona riuscita della manifestazione:

Lorenzo Scirocco e Lidia Rapisarda, insieme al personale della Biblioteca Comunale di Biancavilla per la infinita disponibilità;

Anthony Distefano per la conduzione della cerimonia di premiazione;

Giuseppe Cantarella e al gruppo Yvii per l’amplificazione;

Giovanni Stissi per la realizzazione grafica del materiale pubblicitario;

don Agrippino Salerno e Arciconfraternita del Rosario per la disponibilità della Chiesa;

Emanuele Stissi per il supporto in regia;

Carrefour Market per la sensibilità;

Bambini del Piccolo Coro Don Bosco e insegnanti;

ai canali di informazione che hanno consentito la diffusione dell’iniziativa;

Centinaia di foto presentate, domani la premiazione del Concorso sulle festività patronali alle 18.30, Chiesa del Rosario

in Cultura/Iniziative di

Si svolgerà domani, sabato 11 ottobre, alle ore 18.30, all’interno della Chiesa del Rosario, la premiazione del Concorso fotografico “Aria di festa” sulle festività patronali di Biancavilla.

L’iniziativa, promossa dall’Associazione Culturale Symmachia, in collaborazione con l’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina e con il patrocinio del Comune di Biancavilla, ha visto la partecipazione di tanti appassionati di fotografia dell’hinterland catanese.

Verranno assegnati premi da 600 euro alle tre foto più belle, premi messi a disposizione dallo sponsor ufficiale “Carrefour Market” di Biancavilla.

Ulteriori riconoscimenti andranno anche alle scuole e ai gruppi che hanno aderito all’iniziativa culturale, che, a costo zero, ha riscosso un notevole successo.

Durante la cerimonia, presentata dal giornalista Anthony Distefano, si svolgerà un concerto del Piccolo Coro “Don Bosco” del 1° Circolo didattico di Biancavilla.

Fra gli altri, saranno presenti il sindaco Pippo Glorioso, il direttore di Carrefour Market Vincenzo Strano, il presidente dell’Associazione Culturale Symmachia Angela Anzalone e il suo vice Calogero Rapisarda, il direttore di Symmachia Vincenzo Ventura, il presidente dell’Associazione Maria SS. dell’Elemosina Giuseppe Santangelo, il preside del Liceo “Verga” di Adrano Enzo Spinella, il dirigente scolastico del 1° Circolo Mario Amato e la direttrice dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice suor Maria Vella.

Go to Top