Category archive

News - page 5

Symmachia: “nelle Commissioni consiliari di cosa si discute? Mettere i verbali on line”

in Battaglie/News/Politica di

Dopo lo scandalo Agrigento, con la ribalta sui media nazionali, il confronto con le convocazioni delle Commissioni consiliari dei Comuni di Adrano e Biancavilla è quasi inevitabile. Peraltro, un’avvisaglia di malessere con una buona dose di polemiche si è già registrata in Consiglio comunale, ad Adrano, che, lo scorso mercoledì 11 febbraio, ha votato il bilancio di previsione 2014  con un anno di ritardo. E nel bilancio di previsione 2014, tra i vari capitoli, ci sono pure le risorse destinate alla corresponsione dei gettoni di presenza per la partecipazione dei trenta Consiglieri comunali alle riunioni di Commissioni e Consigli comunali durante lo scorso anno, il primo del secondo mandato del sindaco Ferrante. Anche a Biancavilla la situazione non è diversa. Anzi, proprio a Biancavilla è in corso l’inchiesta della Magistratura sulle “Commissioni bluff” legate al periodo tra luglio 2004 e dicembre 2007.

Per noi di Symmachia la battaglia sui costi della politica legata prevalentemente alle Commissioni consiliari non è cosa nuova. Ci conforta che anche altri, singoli e gruppi, si siano, adesso, attivati nella stessa direzione. Potranno comprendere cosa vuol dire essere al centro del mormorio e del parlottare di una casta che vuole semplicemente auto-tutelarsi. Ma non spetta a noi fornire giudizi, bisogna limitarsi ai fatti. Così come quando abbiamo fatto l’inchiesta sui compensi dei Consiglieri comunali, nel 2011, con Commissioni convocate anche la Vigilia di Natale o di Capodanno. Nel quinquennio 2008-2013 si è speso 709.148,68 euro. La città è migliorata? Quali sono gli atti più rilevanti di quella esperienza politico-amministrativa? Qualcuno le ricorda?

Però, il rischio di sparare nel mucchio e mettere sotto la stessa bandiera tutti coloro che si impegnano in politica è molto elevato e, spesso, genera nel populismo più becero. Per questa ragione, per evitare una guerra tra “guelfi” e “ghibellini”, a maggiore tutela di tutti i cittadini, l’Associazione Culturale Symmachia di Adrano e Biancavilla ribadisce un invito, lanciato negli scorsi anni.

La proposta di Symmachia è semplice: “mettere on line tutti i verbali delle Commissioni Consiliari di Adrano e Biancavilla, sui siti web istituzionali dei due Comuni”. Tutto a portata di click, per il cittadino che può seguire se lavorano e come lavorano le Commissioni consiliari, il tempo e la passione dedicata dai loro rappresentanti, gli effetti che deriveranno da quelle riunioni a vantaggio della città. Semplice, no?

“Di cosa discutono i Consiglieri comunali nelle Commissioni? E’ l’interrogativo che tanti cittadini si pongono – sostengono Calogero Rapisarda e Vincenzo Ventura dell’Associazione Symmachia – basterebbe pubblicare on line tutti i verbali delle Commissioni e poi spetterà ai cittadini il giudizio e la valutazione sulla qualità dell’operato dei rappresentanti del popolo e soprattutto sugli effetti di tale operosità in fatti concreti a beneficio della città”.

Nello stesso tempo, come è stato fatto negli scorsi cinque anni, Symmachia, attraverso il coordinatore politico Antonio Cacioppo, ha già chiesto copia di tutti i verbali 2014 della Prima e della Quinta Commissione consiliare, prese come campione, fermo restando l’intenzione di poter chiedere anche i verbali delle altre Commissioni. Ciò al fine di informare la cittadinanza. Ovviamente, una “operazione trasparenza” che per quanto riguarda i costi delle fotocopie sarà a carico di Symmachia.

La proposta è ancora una volta lanciata. Vedremo se qualcuno riuscirà a portarla avanti, al di là delle difese d’ufficio della “categoria di appartenenza” e oltre gli annunci.

Renzi commissaria la Sicilia sui depuratori: risorse non spese. A rischio finanziamento per Adrano

in Ambiente/Battaglie/News di

“Adesso, non guardo in faccia nessuno”. E’ categorico Matteo Renzi durante una riunione operativa, a Roma, in cui è stata verificata la situazione degli impianti di depurazione in Sicilia. C’è un miliardo di euro già stanziato dal Governo, nel 2012, e non ancora investito per la creazione o per l’adeguamento e il miglioramento dei depuratori di diversi Comuni dell’Isola. Si fa un chiaro riferimento alla delibera del Cipe del 2012, la stessa con cui vennero previste le risorse anche per il depuratore di Adrano. La scadenza per beneficiare dei finanziamenti era fissata a giugno 2014, dopo una proroga concessa a fine del 2013, l’ultima anche se qualcuno, soprattutto negli Uffici di progettazione dei Comuni siciliani auspicava in una nuova proroga. Ma così non è stato. Già nei mesi scorsi, l’Associazione Culturale Symmachia aveva chiesto notizie al Comune di Adrano, al Sindaco e all’Ufficio Tecnico sullo stato di avanzamento del progetto: nessuna risposta. Fu anche sottolineato come dalle notizie che filtravano da Palermo il finanziamento originariamente previsto dal Cipe si sarebbe ridotto almeno del 40%, attraverso una successiva rimodulazione delle risorse che, però, non sembra essere stata eseguita dalla Regione.

Per Adrano il finanziamento era di 7 milioni di euro che, anche quando rimodulato, avrebbe consentito di far giungere in città un pò di liquidità, sia per la risoluzione di un annoso problema, come quello della depurazione, sia per l’impiego di manodopera locale o di acquisto in loco di materiali necessari per gli interventi.  In particolare, il gruppo consiliare di Symmachia lo chiese in occasione della prima riunione del Consiglio comunale di Adrano, nel 2013. Si attendono ancora risposte.

Nel frattempo, entro fine mese, è atteso il commissario inviato dal Premier in Sicilia che si occuperà di seguire l’iter, rivedere le somme e i relativi progetti. Bisogna fare in fretta, non solo per scongiurare di perdere i finanziamenti, ma anche perchè dal 2016 scatteranno le sanzioni dell’Europa: solo per la Sicilia si parla di 180 milioni di euro di multe.

A scaricare tutte le responsabilità sui Comuni ci ha già pensato il presidente della Regione Rosario Crocetta: “I ritardi sono dei Comuni e non della Regione. Sono loro a gestire direttamente i finanziamenti: fosse stato per la Regione, già li avremmo spesi”.

Lo spettacolo dell’Etna infuriato. Gli scatti più belli della rete

in Adrano/Biancavilla/News di

Una enorme quantità di lava viene eruttata dal cratere di Sud Est. La colata procede velocemente e si è suddivisa in due parti, entrambe molto alimentate: uno in direzione Adrano e l’altro in direzione Biancavilla. Pare che la parte più consistente sarebbe proprio all’altezza del rifugio Galvarina, in territorio di Adrano.

La situazione è monitorata dall’Istituto di Geofisica e Vulcanologia e dalla Protezione Civile.

Nell’auspicio di fare cosa gradita ai lettori di Symmachia.it, pubblichiamo gli scatti più belli di diversi fotografi pubblicati sui social network.

Invia le tue foto tramite il nostro profilo Facebook o Twitter oppure per email all’indirizzo destinato alle foto associazionesimmachia@virgilio.it

Gallery

Rifiuti e criminalità: gli attentati ai Sindaci di Adrano e Biancavilla in Commissione Antimafia

in Adrano/Biancavilla/News di

Rifiuti e criminalità organizzata. In commissione nazionale antimafia, a Roma, le due questioni legate ai territori di Paternò, Biancavilla ed Adrano, sono state affrontate nel corso dell’audizione del Procuratore generale del Tribunale di Catania, Giovanni Salvi, con alcuni stralci del colloquio con deputati e senatori (a presiedere la seduta Rosy Bindi) secretati visto le indagini ancora in corso. Primo argomento affrontato, quello relativo all’attività della criminalità organizzata, culminata con gli omicidi commessi ad Adrano, Biancavilla e Paternò nell’ambito di un riassetto organizzativo della mafia locale. L’ultimo delitto è stato commesso proprio a Paternò, la scorsa estate, quando è stato ucciso l’ex capomafia Salvatore Leanza. «Vi sono stati in questi mesi e vi sono ancora delle situazioni di forte tensione – ha evidenziato il Procuratore generale Salvi – che vanno dall’area di Biancavilla e Paternò, dove i nostri interventi hanno evitato degli omicidi che erano, in un caso, addirittura nella fase esecutiva. Abbiamo potuto ascoltare la fase immediatamente preparatoria, il fatto che le armi venivano prese dai nascondigli, provate e poi gli accordi per andare ad uccidere il capo di un’organizzazione rivale. Quindi, abbiamo potuto eseguire degli arresti in flagranza e contemporaneamente dei fermi, ma questo è un fatto che stiamo ormai considerando quasi abituale».
Dall’attività mafiosa si è passati alla questione rifiuti, puntando sulla discarica di Motta Sant’Anastasia (in questo caso il procuratore Salvi che si è riservato di rispondere in altri incontri) per arrivare alle intimidazioni ai sindaci di Santa Maria di Licodia (Totò Mastroianni), Adrano (Pippo Ferrante) e Biancavilla (Pippo Glorioso), con l’argomento sollevato dal sen. Salvo Torrisi, presente in audizione. «Proprio in questi giorni – ha risposto il procuratore Salvi – abbiamo dato conto molto dettagliato alla Commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti delle indagini che abbiamo fatto, con esiti molto positivi. Per quello che riguarda il territorio che lei indica (riferendosi alla domanda del sen. Torrisi, ndr), sono a conoscenza di questa situazione e ci sono anche altri aspetti. E’ un settore sul quale c’è una totale attenzione. Siamo consapevoli che il settore del traffico dei rifiuti è uno dei punti centrali sia dell’infiltrazione sia dei possibili legami illegali tra imprenditoria e amministrazione».


Mary Sottile – La Sicilia 28/01/2015

Esplode una bombola in una casa di viale Europa, fortunatamente nessun ferito

in Biancavilla/News di

Sono stati momenti di paura, quelli vissuti nella tarda serata di domenica scorsa, 25 gennaio, a Biancavilla.

In un’abitazione di un’anziana di 80 anni nei pressi di viale Europa, nella zona Spartiviale, è improvvisamente esplosa una bombola del gas, destinata all’alimentazione di una stufa. Pochi istanti prima, era stato il nipote (che vive al piano superiore) a mettere in salvo la proprietaria di casa. L’edificio è stato dichiarato inagibile.

Fortunatamente, non si sono registrati danni alle persone, se non qualche lieve ferita per l’anziana e il nipote. Lo scenario sarebbe potuto essere ben più grave.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e i Vigili del Fuoco del distaccamento di Paternò e una seconda squadra di Maletto, dal momento che i pompieri di Adrano erano impegnati in altre simili operazioni.

 

* Foto Video Star

Genitori e alunni ripristinano le fiore della scuola Verga

in Biancavilla/News di

Si è instaurato un clima di collaborazione reciproca, studenti, genitori e insegnanti, al Secondo Circolo didattico “Giovanni Verga” di Biancavilla. Tutti insieme per rendere più belli e più colorati gli spazi della scuola, a cominciare dall’ingresso.

fioriere 2

Infatti, i genitori armati di pennelli hanno ritinteggiato le fioriere collocate all’esterno, in via Liguria, e diventate nel tempo ricettacolo per immondizia. Poi, insieme ai ragazzi sono state ripulite e collocate alcune piantine.

L’istituto scolastico ha aderito anche all’iniziativa di Legambiente “Vado a scuola con gli amici in bus a piedi e in bici”. Infatti, una carovana di piccoli studenti hanno raggiunto a piedi la scuola, accompagna da genitori volontari. E’ l’esperienza del “Pedibus”: i ragazzi si ritrovano in alcune piazze della città, le più vicine alle loro abitazioni, e poi insieme si riuniscono e si dirigono insieme verso la scuola. Fra i punti di raccolta: piazza Giovanni XXIII, il piazzale antistante l’Ospedale, piazza Idria, via Vittorio Emanuele.

Con i ragazzi, anche gli insegnanti sempre pronti a sostenere queste iniziative, i Vigili urbani e rappresentanti dell’Amministrazione comunale.

scuola verga

* Foto tratte dal profilo Facebook del Secondo Circolo Didattico.

Eletti i Revisori dei Conti: scoppia la grana in Forza Italia. L’opposizione perde un altro pezzo

in Biancavilla/News di

Fumata bianca al Consiglio comunale di Biancavilla per l’elezione dei tre nuovi Revisori dei Conti.

Si tratta di Alfredo Puleo (eletto presidente), Francesco Pagliaro e Franco Motta.  L’elezione è avvenuta secondo un accordo tra gli schieramenti.

Tra i banchi della Maggioranza, il Partito Democratico ha preferito lasciare spazio e sostenere i nomi indicati dal gruppo “CittAttiva” e da “Volare per Biancavilla”. Non è da escludere l’idea di una “staffetta” più avanti proprio con professionisti indicati dal PD.

Nella Minoranza non c’è stato spazio per un nome inizialmente avanzato da Forza Italia, in particolar modo si faceva il nome di un ex assessore della Giunta Cantarella. Alla fine, a spuntarla è stato il Nuovo Centrodestra che ha messo d’accordo tutta l’Opposizione. O quasi. Infatti, si è registrato un voto in meno rispetto al previsto. In poche parole si è consumato un ulteriore, inatteso sfaldamento dell’Opposizione, tra le fila di Forza Italia. Per i Revisori dei Conti, i Consiglieri comunali sono chiamati ad esprimersi con votazione segreta. Ma il “segreto” è stato presto svelato.

Infatti, il capogruppo del partito di Berlusconi, Daniele Sapia, ha confermato al sito “Biancavilla Oggi” la mancata coesione all’interno del gruppo. Anzi, ha proprio fatto nome e cognome di chi non ha votato secondo l’indicazione di Forza Italia.

Per Sapia, si tratterebbe della consigliera Veronica Rapisarda che avrebbe votato insieme alla Maggioranza. “Non siamo stati coesi. Senza giri di parole, la consigliera Rapisarda ha fatto altre scelte – ha spiegato il capogruppo di Forza Italia, Sapia – noi dobbiamo valutare cosa fare dopo un comportamento del genere”.

In questo modo, verrebbe definitivamente meno il sostegno di un pezzo importante che ha sostenuto in campagna elettorale Antonio Bonanno, sostegno riconducibile alla “Lista delle libertà” in cui la consigliera Rapisarda correva in tandem con il consigliere Vincenzo Mignemi, il più votato alle scorse amministrative. Mignemi già da tempo ha abbandonato Bonanno e l’Opposizione per seguire il percorso di Articolo 4, votare PD alle Europee e, quindi, inserirsi pienamente nella coalizione del sindaco Pippo Glorioso.

 

 

Oggi intitolazione del Parco verde di via Colombo al cavaliere Alfio Randazzo

in Biancavilla/News di

Sarà ricordato pomeriggio, alle 15.30, il biancavillese Alfio Randazzo, perito agrario e cavaliere della Repubblica, scomparso prematuramente nel 2011. Alla sua memoria verrà intitolata la piazza del Parco “polmone verde” di via Cristoforo Colombo, a Biancavilla.

Alla cerimonia commemorativa interverranno il sindaco Pippo Glorioso, i familiari con in testa la moglie Rosanna, i figli Luigi e Claudia e i fratelli Giuseppe e Carmelo Randazzo.

Nell’occasione, sarà la famiglia a donare al Comune arredo urbano destinato alla bambinopoli.

Alfio Randazzo è ricordato in città, in particolar modo per il suo impegno sociale e politico nelle fila della Democrazia Cristiana e per la spiccata sensibilità a tutela degli agricoltori. E’ stato proprio Randazzo uno dei principali dirigenti del Comitato tecnico nazionale agrumi, oltre ad aver creato la sede del Consorzio interprovinciale “Trinacria” a Biancavilla.

Nel 2009 è stato l’ormai ex presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ad insignirlo del titolo di cavaliere.

Rischi per i cani, polpette avvelenate in via Della Regione e via Catena

in Bacheca/News di

Da diversi giorni riceviamo segnalazioni sulla presenza di polpette avvelenate per cani, disseminate nella zona di via Della Regione e nelle vie limitrofe. Poi, qualcuno ha parlato anche di possibili rischi per via Catena.

Insomma, il problema sembra riguardare in maniera consistente una buona fetta della città.

Qualche giorno fa “l’allarme” è stato lanciato anche sul social network Facebook da una giovane, Roberta, che ci ha raccontato come “alcuni cittadini hanno riscontrato problemi, anche gravi, per i propri cani”.

Solo un folle può attentare alla vita di un cane, un metodo barbaro impiegato, forse, per fare “pulizia” di randagi.

Da qui, l’esigenza anche di tanti padroni di cani, come Roberta, di stare in allerta, affinché si possa stare attenti quando si passeggia insieme al proprio cane. E nello stesso tempo – aggiungiamo noi – di vigilare affinché si possano individuare coloro i quali compiono questi gesti disumani.

 

Prevalgono le baby-quote rosa. Ludovica Garufi è il Sindaco dei ragazzi. Sua vice Agata Chisari

in Biancavilla/News di

Alla fine, a farsi strada nella politica di Biancavilla sono state ancora una volta le quote rosa. Questa volta, in formato baby, in rappresentanza di tutte le scuole.

Così, toccherà a Ludovica Garufi rappresentare con la fascia tricolore le idee, le proposte e le critiche agli amministratori più gradi dei bambini e dei ragazzi della città. E’ lei il nuovo Sindaco dei ragazzi, eletta durante il baby-Consiglio comunale che si è svolto martedì pomeriggio, 13 gennaio, all’interno dell’Aula Consiliare.

Ludovica ha compiuto 13 anni ed è una studentessa della 3^A dell’Istituto Comprensivo “Antonio Bruno”. Sua vice sarà la giovanissima Agata Chisari di 10 anni della 5^ F del Secondo Circolo Didattico “Giovanni Verga”.

Sia Ludovica che Agata hanno dimostrato di avere le idee molto chiare, hanno esposto le proposte, insieme ai loro “colleghi” consiglieri comunali. Ad ascoltare le esigenze dei più piccoli sono stati il sindaco Pippo Glorioso e il presidente del Consiglio comunale Placido Furnari, insieme ad assessori e a consiglieri comunali.

 

baby sindaco 1
Nella foto, tratta dal web, il baby-vicesindaco Agata Chisari, il presidente del Consiglio comunale Placido Furnari, il sindaco Pippo Glorioso e il sindaco dei ragazzi Ludovica Garufi
Go to Top