Symmachia: “accendere le telecamere in Consiglio comunale a Biancavilla”

in Bacheca/Politica di

Lettera aperta al Sindaco, al Presidente del Consiglio e ai Consiglieri comunali per chiedere la ripresa integrale delle sedute del Consiglio comunale di Biancavilla per garantire trasparenza ed informazione ai cittadini.

A formulare la richiesta è stata l’Associazione Symmachia che, nei giorni scorsi, ha protocollato al Comune una lettera a firma del presidente Angela Anzalone.

Nella missiva, Symmachia chiede al presidente del Consiglio comunale, Nicola Tomasello, di attivarsi affinché vengano espletati gli atti propedeutici per la gara d’appalto e la stipula del contratto per la ripresa delle riunioni consiliari.

In particolare, l’Associazione Symmachia fa riferimento ad alcuni atti di indirizzo politico approvati dal Consiglio comunale già nel 2009 e si interroga sul perché, ancora oggi, le telecamere continuano a rimanere fuori dall’Aula consiliare. “Peraltro, – si lege nella nota – l’Amministrazione comunale aveva individuato le somme in Bilancio”.

La prof.ssa Angela Anzalone lancia due proposte: la prima, più tradizionale, riguarda l’affidamento delle riprese ad un’emittente televisiva locale, l’altra, più moderna, riguarda l’installazione di micro-telecamere all’interno dell’Aula consiliare al fine di permettere la ripresa delle sedute e la messa in onda in streaming e in differita anche on line sul sito del Comune, così come avviene per le sedute del Consiglio provinciale di Catania e in tanti altri Comuni.

“In un momento in cui è forte la disaffezione della gente verso la politica – scrive Anzalone – Symmachia ritiene che la ripresa integrale di tutte le sedute del Consiglio rappresenti un modo concreto di proporre una linea politica responsabile, attenta e trasparente nei confronti dei cittadini”.

Leggi la lettera cliccando su Pdf