Critiche sull’elezione del vicepresidente Salvà: 4 consiglieri costituiscono un nuovo gruppo

in Politica di

Non accenna a placarsi la polemica sull’elezione del vicepresidente del Consiglio comunale di Biancavilla, all’indomani dell’elezione del nuovo Presidente del Consiglio comunale, dopo circa un mese di trattative in seno alla maggioranza del sindaco Glorioso. Quando sembrava aver trovato la quadra per gli assetti istituzionali, tra Giunta e Consiglio, con il giuramento dell’assessore Vincenzo Mignemi (dopo il passo indietro di Vincenzo Chisari) e l’ok al nome di Vincenzo Cantarella per lo scranno più alto dell’Assise cittadina (sedati i diversi malumori nel Pd e in pezzi della maggioranza), l’elezione del Vicepresidente, avvenuta con il voto decisivo delle forze di Opposizione ha fatto sparigliare le carte. Giuseppe Salvà del gruppo “Biancavilla che Lavora”, che, per la cronaca, esprime anche il vicesindaco Pippo Sapienza, era stato eletto all’unanimità dei presenti con 14 voti favorevoli: 8 della maggioranza, sei dell’Opposizione. Non avevano partecipato al voto i consiglieri Luigi D’Asero, Giuseppe Petralia, Grazia Ventura, Salvatore Giuffrida, Vincenzo Chisari e Placido Furnari. E proprio i consiglieri Ventura e Chisari, eletti in “Biancavilla nel cuore” poi “CittAttiva”, Giuffrida, eletto nel PD, e Furnari eletto in “Volare”, adesso resosi “Indipendente”, oggi, hanno comunicato, con una nota, la costituzione di un nuovo gruppo consiliare “trasversale”, nel senso che abbraccerà i gruppi consiliari di appartenenza dei singoli Consiglieri, senza farne venire meno la rispettiva identità politica. A guidare il “gruppo misto” sarà l’avvocato Grazia Ventura. 
“L’obiettivo principale è quello di confermare con rinnovata forza e determinazione sia la propria incondizionata fiducia al sindaco Glorioso che il proprio sostegno politico. – scrivono i Consiglieri – la nostra iniziativa è la naturale conseguenza a un insieme di scelte discutibili, non condivise”. Il riferimento è chiaramente all’elezione del vicepresidente del Consiglio comunale Salvà eletto “con i voti determinati dell’Opposizione che, a nostro avviso, non corrisponde alla manifestazione di volontà dei cittadini”. E poi un passaggio critico nei confronti del Presidente del Consiglio comunale, fresco di elezione, Vincenzo Cantarella: “prenda atto e ne tragga le dovute conseguenze”.

Da sottolineare anche la defezione nel gruppo “Volare” del consigliere Furnari: mentre tutti gli altri mantengono la loro adesione ai gruppi di appartenenza, l’ex presidente del Consiglio comunale, invece, si dichiara “Indipendente”. In questo modo, il gruppo “Volare”, espressione dell’ex Mpa, rimane rappresentato soltanto da Luigi D’Asero, dopo l’addio di Giuseppe Pappalardo, approdato al PD, e, oggi, di Dino Furnari del “gruppo misto”.

Intanto, si annunciano, già per i prossimi giorni, nuove prese di posizione proprio sulla tormentata vicenda dell’elezione della vicepresidenza del Consiglio.

Questa la nota dei quattro Consiglieri comunali.

IMG-20160330-WA0002