Ok al Bilancio 2014, emendamenti passano all’unanimità. In arrivo la nuova Giunta

in Biancavilla/News/Politica di

Nessun colpo di scena, questa mattina, a Biancavilla: il Consiglio comunale ha approvato il Bilancio di previsione 2014 con 13 voti favorevoli e 7 contrari. Passa, dunque, il settimo schema di bilancio del sindaco Pippo Glorioso che conferma la granita maggioranza consiliare.

Rispetto allo scorso anno, il via libera allo strumento economico-finanziario arriva con appena venti giorni d’anticipo, ma sempre alla fine dell’anno quando le risorse sono state già ampiamente impiegate. I ritardi per l’approvazione del bilancio sono spesso legati alla fase di assoluta incertezza dei trasferimenti statali e regionali.

Allo schema approvato dalla Giunta, sono stati diversi emendamenti, solo due dell’Opposizione di Centrodestra, il resto di natura tecnica per apportare alcuni correttivi in corso d’opera.

Fra le modifiche, una cospicua somma per la manutenzione delle scuole e l’impegno di spesa di 7 mila euro per l’acquisto di libri di testo per gli studenti delle scuole cittadine.

In particolare, per gli Istituti scolastici il Centrodestra aveva chiesto di stanziare 190 mila euro, prelevandoli da capitoli come i 50 mila euro previsti per le consulenze tecniche esterne, necessarie per le indagini geognostiche per il progetto di bonifica dell’area di cava di Monte Calvario, da consegnare al Ministero dell’Ambiente per ottenere il relativo finanziamento. Da qui, la proposta del sindaco Glorioso di impegnare la somma complessiva di 70 mila euro a cui si aggiungono altre risorse derivanti da un vecchio mutuo, acceso dall’Amministrazione Cantarella per gli arredi di Villa delle Favare. Complessivamente, alle scuole andranno poco più di 160 mila euro, una cifra considerevole anche se, oggettivamente, sarà difficile impiegare entro la conclusione dell’esercizio economico in corso.

Altre risorse verranno impiegate per gli studenti delle scuole superiori e gli universitari: per loro, l’Amministrazione comunale sta elaborando un Piano d’intervento per dare un “bonus”, un sussidio ad una popolazione scolastica di almeno 1600 studenti e delle loro famiglie. Poi ci sarà l’acquisto di due pulmini che andranno a sostituire l’attuale autobus di cinquanta posti, ormai obsoleto, per il trasporto degli studenti. Si sistemerà anche il tratto della rete fognaria in via Vittorio Emanuele, nei pressi della chiesa del Rosario.

Adesso, scatta un’altra operazione, quella del turnover in Giunta. A lasciare saranno il vicesindaco Luigi D’Asero (che rimarrà consigliere comunale) e gli assessori del PD Giuseppe Furnari e Rosanna Bonanno. Le dimissioni dovrebbero arrivare tra la giornata di domani e al massimo venerdì mattina. Non è detto, però, che a rassegnare le dimissioni saranno tutti i componenti attuali dell’Amministrazione. Poi, sarà il Sindaco a dettare i tempi che, comunque, non dovrebbero superare la giornata di martedì della prossima settimana. Fra i riconfermati dovrebbe esserci l’esponente della lista “Biancavilla che lavora”, Giuseppe Salvà che è anche consigliere comunale.

Fra i papabili assessori ci sarebbero almeno due consiglieri comunali, uno del gruppo “Volare per Biancavilla” (l’ex MPA) e l’altro del gruppo “CittAttiva”, eletti nella lista “Biancavilla nel cuore”. A questo punto si dovrà verificare chi dei consiglieri comunali riuscirà a spuntarla, dal momento che la normativa prevede un massimo di due consiglieri comunali in Giunta.