Persino Salvini snobba i “leghisti” di Adrano. La prima iniziativa: insulti ad una giovane adranita

in Politica di

Adrano è la prima sede provinciale di “Noi Con Salvini”, il braccio meridionale della Lega Nord. La città può annoverare, adesso, anche questo primato. L’inaugurazione si è svolta pochi giorni fa con una modesta partecipazione di gente, alla presenza del coordinatore nazionale del movimento l’on. Angelo Attaguile, dell’ex deputato regionale del Movimento per l’Autonomia di Lombardo Giuseppe Arena e del coordinatore locale Agatino Alberio, ex e prossimo candidato sindaco.

Attesa e sperata fino all’ultimo era la chiamata del leader Matteo Salvini. Ma da Milano nessuna telefonata, neanche uno squillo. La viva-voce di Salvini era già stata diffusa in occasione di altre iniziative simili, come quella di Taormina, di pochi giorni fa, nel contesto degli auguri di Natale.

Per Adrano, invece, nulla. E dire che proprio Alberio, l’ex e prossimo candidato sindaco, ci aveva sperato, al punto da manifestare il desiderio nella sua bacheca Facebook, ricca di una marea di post inneggianti alle proposte politiche di “Noi con Salvini” al grido “prima gli italiani”, condite da argute considerazioni, di respiro nazionale e, in taluni casi, anche internazionale, elaborate e prodotte dallo stesso Alberio.

Ovviamente, in qualche post c’è pure lo spazio per qualche parolaccia, qualche “pirla” di qua e qualche “vaff” di là, ma ci sta, è in perfetto stile Lega.

Ma nell’ultimo post, in ordine cronologico, Alberio si è superato e ha inaugurato così la nuova stagione del suo partito politico. Una giovane laureata di Adrano ha espresso una leggerissima nota critica verso l’apertura della segreteria politica del leghista Salvini ad Adrano. Una delle tantissime, apparse nell’ultimo periodo sul web. Ma ad Alberio non è piaciuta e ha così ricoperto di insulti la giovane adranita, chiamandola per nome e cognome, indicandola a tutti, pubblicamente, come se avesse commesso chissà quale colpa.

Troppo arrabbiato l’imprenditore Alberio. Forse è ancora seccato che il suo leader politico non lo ha considerato di striscio. Lo dica chiaramente e ci intesteremo la “battaglia”: “Una chiamata di Salvini ad Alberio”.

alberio 2