Il movimento di Salvini arriva a Biancavilla. Nasce un gruppo di sostenitori su Facebook

in Politica di

Dopo Maletto, la Lega di Matteo Salvini sbarca anche a Biancavilla. Al momento si tratta solo di una pagina web, apparsa da alcuni giorni su Facebook e conta poche decine di “amicizie” virtuali, ma – c’è da scommetterci – tra curiosità e simpatie, il profilo del movimento politico che si affaccia, adesso, a Biancavilla lieviterà in contatti.

Il “Condottiero di Legnano” e il “Sole delle Alpi” sono già stati rimpiazzati dalla Trinacria nel simbolo del nuovo partito che si chiama semplicemente “Noi con Salvini”, creato nelle scorse settimane per sgranocchiare voti nell’odiato, oggi amato, Mezzogiorno.

Del resto, il modo di fare di Salvini trova consensi per il facile populismo nell’affrontare vere e proprie emergenze: la crisi economica, il peso politico dell’Italia in Europa, la disoccupazione, l’emergenza immigrazione.

Non a caso, secondo alcuni sondaggi, il 14% degli italiani del Sud voterebbe subito per il nuovo soggetto politico del Segretario della Lega.

Un primo esperimento concreto nel profondo Sud c’è già stato: alle scorse elezioni europee, la Lega Nord si è rivelato il primo partito di Maletto e Salvini non ha esitato a fare una capatina nel piccolo centro etneo, portandosi dietro, in “Padania”, alcune cassette di gustose fragole, prontamente offerte da alcuni coltivatori del posto.

Adesso, qualcuno, ancora nascosto, proverà a far veicolare i messaggi del nuovo partito per poi verificare se i biancavillesi si lasceranno travolgere dal “fascino” del leghista.

Certo, sarà una scena esilarante quando qualcuno sussurrerà a Salvini le origini di Biancavilla, una cittadina nata da una colonia di profughi greco-albanesi…